Quantcast
Il nostro tempo è il loro denaro

Il nostro tempo è il loro denaro

9 dicembre 2015 |

Oggi vorrei introdurre questa riflessione con una domanda:
In quale momento della giornata vi ritenete più produttivi? (altro…)

Una serie di fortunati eventi

Una serie di fortunati eventi

1 dicembre 2015 |

Finalmente una boccata di ossigeno. Una bella boccata da sei punti in due partite.
Dopo un mese e mezzo di boccheggiamento, crudele per altro, perché accompagnato da una viva speranza nelle capacità della squadra, puntualmente disattesa, il Toro incassa meritatamente due vittorie di fila. (altro…)

Dei delitti e delle pene

Dei delitti e delle pene

2 novembre 2015 |

Sono ormai trascorse abbastanza ore perchè possa concedermi di scrivere un pensiero sul derby a mente fredda.
È anche passato abbastanza tempo per permettermi di vedere sorgere una follia collettiva, peraltro prevedibile. (altro…)

Memento Tori, forse a volte è meglio ribadire certe banalità.

Memento Tori, forse a volte è meglio ribadire certe banalità.

26 ottobre 2015 |

Ieri siamo crollati malamente.
Brutta partita, risultato bruciante quanto uno schiaffo a mano aperta e terza sconfitta consecutiva fuori casa. (altro…)

UNDICI(mila) LEONI

UNDICI(mila) LEONI

22 ottobre 2015 |

Stagione 2008/09, l’anno dell’ultima retrocessione.

Se rimando la testa a quei pochi fotogrammi che ancora conservo degli incontri seguiti all’Olimpico, un coro continua a rimbombarmi tra le meningi: “La Primavera! Vogliamo la Primavera!”. (altro…)

Il momento giusto per chiedere qualcosa a Cairo!

Il momento giusto per chiedere qualcosa a Cairo!

23 dicembre 2013 |
Vives ringrazia affettuosamente Cerci

Vives ringrazia affettuosamente Cerci

Chi è più felice di lui? La raccolta pubblicitaria va come sempre a gonfie vele, la sua casa editrice guida la crescita di un settore che sta riuscendo nell’impresa di tamponare l’emorragia di lungo corso di cui soffre, la tv che ha comprato pochi mesi fa ha visto lo share crescere dell’11%, e la sua squadra di calcio viaggia come un treno.

Tolti un paio di ingrati che gli fan girare le scatole, come Danilo D’Ambrosio o Rita Dalla Chiesa, Urbano Cairo é l’uomo più sorridente d’Italia, sicuramente molto più sorridente del suo vecchio modello brianzolo che nel calcio – ma non solo – lo guarda dal basso, ben 6 lunghezze sotto.

(altro…)