Quantcast
UE: 50 milioni di euro per giovani agricoltori

UE: 50 milioni di euro per giovani agricoltori

30 settembre 2015 | , ,

mietitura Il Consiglio di Amministrazione della Banca Europea degli Investimenti (BEI) ha autorizzato la concessione all’ISMEA (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare)  di una prima linea di credito di 50 milioni di euro. Questi soldi saranno destinati finanziamento di iniziative di start-up e ampliamento di imprese agricole da parte di agricoltori che siano under 40. I giovani imprenditori agricoli potranno utilizzare tali fondi in particolare per investimenti destinati al miglioramento dell’efficienza aziendale, all’internazionalizzazione e al commercio elettronico.

Nelle prossime settimane verranno definite le modalità di intervento dell’Istituto e potranno essere avviate le prime istruttorie di fido da parte dell’ISMEA.

Si tratta di una importante occasione per il nostro territorio che può essere utile per molti dei giovani imprenditori agricoli che incontro spesso quando visito le aziende piemontesi e che si contraddistinguono per il loro entusiasmo.

Stop alle discriminazioni linguistiche nei concorsi Ue

Stop alle discriminazioni linguistiche nei concorsi Ue

24 settembre 2015 | , ,

europaaa La Corte dell’Unione europea ha sentenziato che i bandi  pubblicati dall’Ufficio europeo di selezione del personale (Epso) che obbligano i candidati a scegliere come seconda lingua il francese, l’inglese o il tedesco e non una qualsiasi delle lingue ufficiali dei Paesi membri siano discriminatori. Per questo motivo sono stati annullati tre concorsi.  I bandi, pubblicati tra dicembre 2012 e gennaio 2013 nella Gazzetta Ufficiale dell’UE, servivano a costituire elenchi di riserva a scopo di assunzioni.

La causa era stata avanzata dall’Italia e dalla Spagna. Nelle motivazioni avanzate dal nostro Paese è stato dichiarato che  i cittadini europei hanno il diritto di rivolgersi alle istituzioni dell’Unione utilizzando una qualunque delle 23 lingue ufficiali e che essi hanno il diritto di ricevere le risposte delle istituzioni nella medesima lingua. Il Tribunale comunitario per annullare le discriminazioni linguistiche ha richiamato lo storico Regolamento n.1 dell’Ue, che stabilisce il regime linguistico della comunità europea garantendo pari dignità e trattamento a tutte le 23 lingue ufficiali dei 28 Paesi membri. A giudizio del Tribunale, l’affermazione secondo cui il francese, l’inglese e il tedesco restano le lingue maggiormente utilizzate, tenuto conto in particolare della prassi consolidata delle istituzioni dell’Unione per quanto riguarda le lingue di comunicazione interna, è un’affermazione vaga che non è supportata da alcun elemento concreto.

In questo modo si è annullato il vantaggio di partenza che avevano alcuni candidati rispetto ad altri

 

Le Regioni d’Europa cercano 300 giovani ambasciatori

Le Regioni d’Europa cercano 300 giovani ambasciatori

23 settembre 2015 | , ,

download (4)Se avete tra i 22 e i 30 anni potete candidarvi a diventare  “Young Regional Ambassadors”. La Federazione delle realtà regionali europee (Fedra) cerca infatti giovani rappresentanti da tutte le 300 regioni d’Europa per avvicinare le realtà locali, pubbliche e private, alle istituzioni europee e incentivare un maggior sviluppo del territorio. Obiettivo della Fedra è quello di arrivare ad avere un Young Regional Ambassadors in ogni Regione europea.

Si tratta di un’esperienza molto interessante che permetterà a coloro che diventeranno giovani ambasciatori di avere un tutoraggio gratuito sulla dimensione regionale in Europa da parte degli esperti della federazione e di avere un esperienza curriculare di tutto rispetto.

La durata dell’incarico dura un anno, e oltre ad avere tra i 22 e i 30 anni bisogna avere un’ottima conoscenza della lingua inglese e possedere un titolo di studio di scuola superiore.

Per ulteriori informazioni

http://www.fedra.eu/index.php/community/yra-s-benefits/yra-s-benefits

Una svolta politica per l’Unione europea

Una svolta politica per l’Unione europea

8 settembre 2015 | , ,

bresso-serracchiani Venerdì 11 settembre 2015 alle 21, alla Festa de l’Unità di Torino in Piazza d’Armi parleremo di Europa con Debora Serracchiani, ViceSegretaria del Partito Democratico e Mauro Laus, Presidente del Consiglio regionale del Piemonte, modera Alessandro Galavotti, Responsabile Ansa Piemonte.

L’Europa abolisce il roaming

L’Europa abolisce il roaming

30 giugno 2015 | , ,

roamingDopo anni di attesa finalmente una buona notizia per coloro che per lavoro o vacanza si recano all’estero: da giugno 2017 verrà abolito il roaming dei cellulari, ovvero quel balzello che gli utenti pagavano quando con il cellulare telefonavano, mandavano sms o navigavano in internet dall’estero: ogni utente pagherà le stesse tariffe che paga nel proprio Paese. Ma già da fine aprile 2016 ci sarà un primo taglio dei costi.  Le tariffe attualmente in vigore quando si va all’estero saranno rimpiazzati da un sovraccosto massimo di 0,05 euro al minuto per le chiamate, 0,02 per gli sms e 0,05 per megabyte per i dati.

E’ stata inserita anche una clausola di “uso equo” del roaming per prevenire eventuali abusi da parte chi utilizzasse all’estero il proprio numero per chi utilizza regolarmente dall’estero la sim di un’altra nazione.  In questo caso verranno introdotte clausole di salvaguardia che consentiranno agli operatori di recuperare i costi: un regolamento nazionale fisserà la soglia oltre la quale il roaming sarà autorizzato.

Interreg Europe – 1° bando 2015

Interreg Europe – 1° bando 2015

26 giugno 2015 | , ,

bandiera E’ stato pubblicato il primo bando del nuovo programma di cooperazione territoriale Interreg Europe che mira a migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale promuovendo scambi esperienze e apprendimento tra gli attori regionali. Per partecipare c’è tempo fino al 31 luglio 2015.
Obiettivi specifici del bando:
1) Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione, in particolare dei programmi dell’obiettivo Investimento per la Crescita e l’Occupazione, dei programmi di CTE e smart specialisation
2) Migliorare la competitività delle PMI
3) Sostenere la transizione un’economia a basse emissioni di carbonio
4) Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere un uso efficiente delle risorse
A chi è rivolto:
– amministrazioni pubbliche a livello nazionale, regionale e locale
– enti di diritto pubblico (es. agenzie di sviluppo regionale, organizzazioni di sostegno alle imprese, università)
– enti privati non-profit con sede in uno dei 28 Stati Membri dell’UE, oppure in Norvegia e in Svizzera.
Risorse economiche:
Il budget a disposizione per questa primo invito a presentare proposte dispone di un budget di 107,5 milioni di euro. Il cofinanziamento del FESR coprirà circa il 75% o l’85% dei costi ammissibili del progetto. In caso di amministrazioni pubbliche o enti di diritto pubblico la copertura è dell’85%; in caso di enti privati non-profit del 75%.

Il bando in inglese è reperibile al seguente link:http://www.interreg4c.eu/interregeurope/callforproposals/

Alleanza europea per l’ apprendistato. Arrivano 140000 apprendistati

Alleanza europea per l’ apprendistato. Arrivano 140000 apprendistati

25 giugno 2015 | , , ,

europaaa Una delle massime priorità della Commissione europea e del Parlamento europeo è la lotta alla disoccupazione. Per arginare la disoccupazione giovanile quaranta imprese ed altre organizzazioni hanno aderito all’Alleanza europea per l’apprendistato, un organismo coordinato dalla Commissione europea, il cui fine è quello di offrire ai giovani occasioni di apprendistato più numerose e di migliore qualità, affinché possano imparare – bene – un mestiere.

Le imprese che hanno aderito offriranno ai giovani in totale 140 000 opportunità di apprendistato e formazione.

Ecco le offerte di alcune imprese aderenti:

  • Adecco offrirà a 5 000 giovani entro il 2017 formazione sul lavoro, presso la società principale o una delle imprese partner;
  • AXA concederà opportunità di lavoro a 20 000 giovani entro il 2018, suddivise tra 10 000 contratti di impiego a tempo indeterminato e determinato e 10 000 occasioni di apprendistato o tirocinio retribuite.
  • BMW amplierà la formazione professionale a livello internazionale, anche mediante un programma duale di istruzione su misura che comprenderà formazioni pratiche in Germania e corsi di qualificazione in Spagna. BMW accoglierà ogni anno circa 1 500 nuovi apprendisti.
  • Safran svilupperà l’apprendistato nelle proprie controllate europee e promuoverà formule di mobilità internazionale. Safran accoglierà da 2 000 a 3 000 apprendisti all’anno.
  • Capita offrirà ai giovani quest’anno più di 500 possibilità di apprendistato e opererà insieme ad altri importanti datori di lavoro disposti a fare lo stesso, anche mediante l’assunzione e la formazione di 400 apprendisti destinati al servizio civile e di oltre 600 per il settore bancario.
  • CSR Europe assisterà le imprese all’interno della propria rete nel migliorare la qualità dei loro programmi di apprendistato e tirocinio, offrendo in tal modo a 50 000 giovani l’opportunità di avvalersi di formazioni di qualità entro la fine del 2017.

Ora occorre solo aspettare che si aprano le domande per i vari apprendistati.

Per ulteriori informazioni:

http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=1147&langId=en

Opportunità per i giovani professionisti (JPD)

Opportunità per i giovani professionisti (JPD)

18 giugno 2015 | , , ,

bandiera I giovani professionisti hanno tempo fino al 30 giugno 2015 per  partecipare al Programma JPD Junior Professionals nelle delegazioni UE (JPD). Si tratta di un programma di tirocinio di alto livello nelle delegazioni dell’Unione europea.

Lo scopo di questo programma è quello di consentire ai giovani laureati, che siano in possesso di almeno una laurea conseguita presso uno degli Stati membri dell’UE, di acquisire un’esperienza nell’ambito delle delegazioni che svolgono un ruolo nell’attuazione delle politiche di relazioni esterne dell’UE e di cooperazione allo sviluppo.

Il SEAE finanzia 1 posizione JPD/tirocinio per ogni Stato membro dell’UE (per un totale di 28 JPD) per le sezioni politiche, di stampa ed informazione.

La Commissione finanzia 1 posizione JPD/tirocinio per ogni Stato membro dell’UE (per un totale di 28 JPD) nei domini “Rural development, Infrastructure, Social affairs, Economics affairs, Governance and rule of law”.

Per ulteriori informazioni:

http://eeas.europa.eu/jobs/delegations/junior-professional-delegations/

Premio Europa Nostra

Premio Europa Nostra

12 giugno 2015 | , ,

bandiere europa Sono aperte le candidature per il Premio Europa Nostra, che ogni anno, dal 2002, premia le eccellenze nel campo della conservazione del patrimonio culturale.

Lo scopo di questo premio – organizzato dalla Commissione europea e dal programma Europa Creativa – è quello di valorizzare le pratiche esemplari nella conservazione del patrimonio culturale, per stimolare lo scambio di esperienze e conoscenze in tutta Europa, accrescere la sensibilizzazione e l’apprezzamento da parte del pubblico sul patrimonio culturale europeo e incoraggiare lo sviluppo di ulteriori iniziative eccellenti attraverso la “forza dell’esempio”. La cultura e il nostro patrimonio artistico e culturale sono infatti un’importante risorsa per l’Europa .

Possono concorrere per il Premio 2016 progetti rientranti in uno dei settori e nelle categorie indicati qui di seguito:
– Patrimonio architettonico: singoli edifici o gruppi di edifici in ambienti rurali o urbani
– Aggiunte o modifiche di edifici, o nuovi progetti di costruzione in aree storiche
– Strutture e siti di ingegneria e industriali
– Paesaggi culturali: nuclei storici urbani o vedute di città, piazze e paesaggi urbani
– Parchi e giardini storici, ampie aree di paesaggio progettato o di importanza culturale, ambientale e/o agricola
– Siti archeologici, incluso l’archeologia subacquea
– Opere d’arte e collezioni: collezioni di rilievo artistico e storico o opere d’arte antiche
– Patrimonio culturale intangibile
– Digitalizzazione dei progetti.

Le attività che potranno essere premiate sono le seguenti :
1. Conservazione: riguarda realizzazioni significative nel campo della conservazione, della valorizzazione e dell’adattamento a nuovi utilizzi del patrimonio culturale;
2. Ricerca e digitalizzazione: riguarda attività di ricerca e progetti di digitalizzazione di rilievo che determinano effetti tangibili nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa;
3. Contributo esemplare di individui o organizzazioni: categoria rivolta a persone o organizzazioni i cui contributi nel corso di un lungo periodo (minimo 10 anni) dimostrano l’eccellenza nella tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa, superando le aspettative di un dato contesto;
4. Istruzione, formazione e sensibilizzazione: riguarda iniziative notevoli nell’ambito dell’istruzione, formazione e sensibilizzazione nel campo del patrimonio culturale tangibile, per promuovere e/o contribuire allo sviluppo sostenibile dell’ambiente costruito.
Per candidarsi c’è tempo fino al 1 ottobre 2015.

 

Per maggiori informazioni:

http://www.europanostra.org/

 

Convegno “Le politiche pubbliche per lo sport “

Convegno “Le politiche pubbliche per lo sport “

8 giugno 2015 | , ,

Europa e sportSabato 13 giugno 2015, dalle ore 9 presso il Cecchi Point di via Cecchi 17 a Torino parleremo di politiche pubbliche per lo sport. Abbiamo dimostrato che Torino ha una vocazione di città sportiva con le Olimpiadi invernali di Torino 2006, lo abbiamo riconfermato con i World Master Games e con Torino capitale europea dello sport… ora dobbiamo prepararci per nuove sfide.

Programma

9.30 Saluti di Fabrizio Morri

9.45 “Quale ritorno da Torino Capitale Europea dello sport” – Stefano Gallo, Assessore Sport Città di Torino

10.00 “Lo sport nell’Area Metropolitana” – Matteo Cavallone, Assessore Sport Città di Collegno

10.15 “Un nuovo piano regolatore dello sport” – Luca Cassiani, Presidente V Commissione Città di Torino

10.45 “Le politiche regionali per la promozione della pratica sportiva e gli interventi sull’impiantistica” – Daniele Valle, Presidente VI Commissione Sport Regione Piemonte

11.00 “Legge nazionale sullo sport” – Filippo Fossati, responsabile Intergruppo Camera sullo sport

11.30 “Lo Sport nelle Regioni italiane” – Giovanni Lolli Vicepresidente Regione Abruzzo

12.00 “L’Europa e lo sport: obiettivi, strategie, sfide” – Mercedes Bresso, Europarlamentare

Introduce: Luca Deri, Responsabile Forum Sport Torino

Presiede: Carlo Adorno, Portavoce Forum Sport Torino

Modera: Giorgio Viglino