Quantcast
“Vero Amore”. Alla GAM la Pop Art italiana

“Vero Amore”. Alla GAM la Pop Art italiana

12 febbraio 2018 |

Prende il titolo da un monocromo giallo di Mario Schifano del 1962, «Vero Amore», la mostra sulla Pop Art Italiana ospitata dalla GAM di Torino fino al 25 febbraio. Una sessantina di opere appartenenti alla collezione del museo, che ricostruiscono l’effervescente stagione della Pop Art in versione italiana, che si sviluppa tra l’inizio degli anni Sessanta e la Biennale di Venezia del 1966, con al centro la Biennale del 1964 che assegnò il Gran Premio a Robert Rauschenberg. (altro…)

Tragedia di padri e figli. Al Teatro Carignano il “Re Lear” con Ennio Fantastichini

Tragedia di padri e figli. Al Teatro Carignano il “Re Lear” con Ennio Fantastichini

6 febbraio 2018 |

Una “tragedia di padri e figli”, dove i padri fraintendono i figli, i figli tradiscono i padri. Scritta da William Shakespeare tra il 1605 ed il 1606, “Re Lear” è un’opera intrisa da una cieca volontà di potere, tra vanità, adulazioni, perfidie, crudeltà, azioni orribili ed insensate, che però non cancellano la speranza che le nuove generazioni possano riscattare il mondo di corruzione e morte che hanno ereditato dai padri. (altro…)

Tra Bologna e il West. Filippucci, Romanini e Tisselli in mostra alla Little Nemo

Tra Bologna e il West. Filippucci, Romanini e Tisselli in mostra alla Little Nemo

2 febbraio 2018 |

Fino al 16 febbraio la Galleria Little Nemo-Spazio Art&Comix, in via Ozanam 7, ospita la mostra «Artisti Bolognesi tra Fumetto e West: Filippucci, Romanini e Tisselli». L’esposizione si chiuderà sabato 17 febbraio con la vendita all’incanto delle opere. (altro…)

“White noise”. I paesaggi urbani sofferenti ed hardcore di Botto&Bruno

“White noise”. I paesaggi urbani sofferenti ed hardcore di Botto&Bruno

29 gennaio 2018 |

«Calore. Ecco che cosa significano per me le città grosse. Si scende dal treno, si esce dalla stazione e si è presi dalla scalmana. Il calore dell’aria, del traffico, della gente. Il calore del cibo e del sesso. Il calore dei grattacieli. Il calore che esce dalla metropolitana e dalle gallerie. Nelle città grosse ci sono almeno cinque gradi di più. Il calore si leva dai marciapiedi e cala dal cielo inquinato. Gli autobus sbuffano calore». “White noise” (Rumore bianco) è il titolo del romanzo più famoso di di Don DeLillo pubblicato nel 1985, uno dei capisaldi della letteratura americana contemporanea. “White noise” è il titolo della mostra di Botto&Bruno ospitata dalla galleria Alberto Peola fino al 3 febbraio. (altro…)

“L’Illusion Comique”: al Teatro Gobetti il capolavoro barocco di Pierre Corneille

“L’Illusion Comique”: al Teatro Gobetti il capolavoro barocco di Pierre Corneille

23 gennaio 2018 |

«Parlare de L’Illusion Comique non è impresa facile. Corneille lo definisce uno “strano mostro” per la condensa di generi teatrali in esso contenuti e per la capacità che ha l’opera di sovvertire tutti gli schemi. La cosa che da sempre mi ha affascinato de L’Illusion è il rapporto tra il suo bizzarro rigore formale e la libertà di invenzione che è nascosta tra le sue maglie». Il giovane regista ed attore messinese Fabrizio Falco torna al Teatro Stabile di Torino, e dopo “Galois” di Paolo Giordano e il “Ritratto d’Italia” tratto da Giacomo Leopardi, questa volta porta in scena un capolavoro del teatro barocco, “L’Illusion Comique” di Pierre Corneille, in scena in prima nazionale al Teatro Gobetti fino al 4 febbraio.  (altro…)

Drag King, porno-chic e il lato oscuro dell’industria del porno: al via la terza edizione del Fish&Chips Film Festival

Drag King, porno-chic e il lato oscuro dell’industria del porno: al via la terza edizione del Fish&Chips Film Festival

18 gennaio 2018 |

Si inaugura questa sera al Cinema Massimo la terza edizione del Fish&Chips Film Festival, l’unico festival tematico in Italia dedicato al cinema erotico e porno. Quattro giorni di proiezioni, 43 film in concorso provenienti da tutto il mondo (dall’Argentina agli Stati Uniti, dalla Spagna al Costarica) che mostrano un quadro complesso e variegato dalla cinematografia erotica contemporanea, tre omaggi, 2 anteprime internazionali, mostre, dibattiti e laboratori.

(altro…)

Sunglasses and Cigarette. Il “1975” secondo Robert Davis

Sunglasses and Cigarette. Il “1975” secondo Robert Davis

15 gennaio 2018 |

Mesina Miller, Miss Playboy settembre 1975, splendida e nuda. Ozzy Osbourne e lo squalo dentato del manifesto del film “Jaws” di Steven Spielberg. Lo scrittore statunitense James Baldwin, Vivienne Westwood e la cantante Bobbie Gentry. Sono gli anni Settanta riletti attraverso il filtro della memoria personale dall’artista americano Robert Davis (nato a Nortfolk nel 1970, Virginia e si è diplomato all’Art Institute di Chicago, vive e lavora a New York). (altro…)

Da Cuba a Torino: “El Palacio de las Tres Historias” di Carlos Garaicoa

Da Cuba a Torino: “El Palacio de las Tres Historias” di Carlos Garaicoa

11 gennaio 2018 |

«Carlos Garaicoa guarda le città, le architetture e i sogni sottesi, quelli dismessi e quelli ancora realizzabili; ne legge le trame, le offese e i ricordi incancellabili e poi con instancabile creatività traccia altre prospettive, innesta vecchio e futuro, disegna nuove linee di fuga e cerca il comune e la moltitudine quali soggetti di un incessante divenire altro.» Fino al 4 febbraio la Fondazione Merz ospita “El Palacio de las Tres Historias”, la mostra personale dell’artista cubano Carlos Garaicoa (nato a L’Avana nel 1967, vive e lavora tra Madrid e Cuba). (altro…)

Jazz: Uri Caine al Conservatorio con “Piano Solo”

Jazz: Uri Caine al Conservatorio con “Piano Solo”

8 gennaio 2018 |

A due mesi dal concerto al Folkclub, Uri Caine torna a Torino sabato 13 gennaio, e questa volta a far da cornice al concerto “Piano Solo” sarà il Conservatorio Giuseppe Verdi.

(altro…)

Artisti ad Auschwitz. I “Percorsi interrotti” di Nora Levi e Giorgio Tedeschi

Artisti ad Auschwitz. I “Percorsi interrotti” di Nora Levi e Giorgio Tedeschi

14 dicembre 2017 |

Una mostra doverosa, un atto di riconoscenza nei confronti di due talenti artistici cancellati dalla tragedia della Shoah. Si intitola “Percorsi interrotti” la mostra ospitata fino al 27 dicembre dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino (Piazza Carla Alberto 3). Curata da Giovanna Galante Garrone, si propone di far conoscere, attraverso circa 150 opere, l’attività artistica di Eleonora Levi e di suo figlio Giorgio Tedeschi, brutalmente interrotta dalla deportazione ad Auschwitz, dove entrambi morirono, la prima all’arrivo, nell’aprile 1944, il secondo durante l’evacuazione del gennaio 1945, la tragica Todesmärsche. (altro…)