Quantcast
Il colore nell’Interior Design protagonista a Radio Antenna 1

Il colore nell’Interior Design protagonista a Radio Antenna 1

27 ottobre 2021 | ,

Continuano gli appuntamenti all’interno del programma “Alziamo le vibrazioni“,  il contenitore del benessere nel quale Radio Antenna 1 racconta come migliorare corpo, mente e anima, con il contributo di professionisti ed operatori dello stare bene.

Dalle 10 alle 12 e dal lunedì al venerdì è la fascia dedicata alla bellezza e il benessere con ospiti in studio e interviste.

Gabriella Cevrero

Gabriella Cevrero, Interior Designer

Dopo l’intervento del direttore della rivista Benessere Mag, partiamo con il primo appuntamento delle esperte:  giovedì 28 ottobre, con l’intervento di Gabriella Cevrero, docente ai corsi di Interior Design, energetica del Feng Shui e Color Design dell’Accademia Telematica Europea.

Specializzata in progettazione e ottimizzazione del colore per l’architettura e l’interior design. Docente di teoria e psicologia del colore, stili d’arredo, progettazione d’interni ed energetica Feng Shui la designer approfondirà alcuni aspetti  legati agli aspetti psicologici e sinestetici del colore, in particolare nel campo della progettazione d’interni.

La docente inizierà spiegando cosa si intende per “sinestesia” come regola generale per poi passare ad alcuni esempi pratici in campo progettuale per il benessere della propria casa .

In psicologia per sinestesia si intende un particolare fenomeno sensoriale per il quale la persona che ne è affetta percepisce i diversi stimoli sensoriali non come distinti, ma come concomitanti. … Un sinestetico, quindi, sente i colori, o vede i suoni, o può toccare un odore.

Il colore è emozione

“I colori sono un mezzo di comunicazione importantissimo – spiega Gabriella Cevrero – e  la vista si muove aiutata dal contrasto luce/buio e dai colori. Anche i vari materiali costruttivi, e quelli degli arredi che abbiamo in casa portano colore: colori e materiali sono due facce della stessa medaglia, e sono proprio quegli aspetti che determinano il risultato finale di un progetto”.

“La definizione generale di “sinestesia” è “contaminazione sensoriale, fenomeno percettivo in cui due o più sensi percepiti come distinti si manifestano contemporaneamente”.

“In ambito progettuale ciò avviene – in modi diversi – in tutte quelle situazioni in cui spesso senza accorgercene applichiamo contemporaneamente più sensi diversi nella “lettura” di ciò che ci circonda”.

Ad esempio quando ci riferiamo al colore di un tessuto come un colore di un bel “giallo squillante” (luce=vista; squillante=udito) o la luce come di una “luce calda” (luce=vista; caldo=tatto) stiamo parlando di “sinestesie”.

Corsi di Interior Design

.

Nella scelta del colore ci sono dunque delle “regole oggettive che comunque  devono essere messe in pratica per evitare errori. Un color designer cerca di tradurle in emozionesensazionibenessere totale, e personalizzazione“.

Prima, durante e dopo il programma sarà possibile intervenire e inviare le proprie domande sulla pagina www.facebook.com/antenna.uno o via email a [email protected]

Radio Antenna 1

Radio Antenna 1 è una radio sulle eccellenze e il benessere del territorio e si ascolta a Torino e Provincia, Astigiano e Cuneese sulle frequenze FM 104,7-104,6 FM, oppure su digitale terrestre-sezione radio in tutto il Piemonte e, in streaming, ovunque, dal sito web www.antennaunoradio.com

Specializzata sul tema del benessere e della formazione, con programmi dedicati, e riconosciuti come riferimento interculturale dalla comunità latina piemontese.

www.antennaunoradio.com
www.facebook.com/antenna.uno
www.instagram.com/antenna.uno
Per scrivere in diretta, WhatsApp: 335 5731 226
Per intervenire in diretta 011745439

Benessere mag

Benessere mag è la testata di riferimento per chi è alle ricerca d’informazioni, consigli, novità o anche solamente curiosità dal mondo del benessere: vi guideranno i migliori esperti sui temi più delicati. Focus sull’attualità e a disposizione esperti per le risposte ai dubbi più frequenti. Una rivista interamente on-line e gratuita, al servizio delle persone.
Gli articoli di Benessere mag nascono grazie al contributo di medici, psicologi, biologi, giornalisti e professionisti del settore che offrono, attraverso una rigorosa selezione di articoli, informazioni teoriche e operative particolarmente utili per chi intende approfondire l’argomento.

Le vostre domande: gli esperti di Benessere mag rispondono

L’informazione al servizio delle persone. Se desiderate inviarci una domanda relativa a un vostro caso specifico, una curiosità o un argomento interessante, i nostri esperti sono a disposizione. I temi che riterremo più interessanti per gli ascoltatori saranno trattati in un articolo di approfondimento.

Sito Web: www.benesseremag.it
www.facebook.com/Benesseremag
twitter.com/BenessereMag
Email: [email protected]

“Alziamo le vibrazioni” su Radio Antenna 1

“Alziamo le vibrazioni” su Radio Antenna 1

19 ottobre 2021 | , ,

Si chiama “Alziamo le vibrazioni“ ed è il contenitore del benessere nel quale Radio Antenna 1 (www.antennaunoradio.com) fa palestra insieme per il corpo, la mente e l’anima, con il contributo di professionisti ed operatori dello stare bene.

Dalle 10 alle 12 e dal lunedì al venerdì trasmette il programma dedicato alla bellezza e al benessere con ospiti in studio e interviste.

A partire da ottobre con gli esperti della rivista Benessere Mag (www.benesseremag.it), che saranno presenti il giovedì, rinnova il proprio spazio quale riferimento per l’informazione rivolta alle famiglie e alle persone che hanno cura del proprio corpo e della propria salute.

“Non bisogna tenere in massimo conto il vivere come tale, bensì il vivere bene”.
(Platone)

Già l’antico filosofo greco promuoveva un ideale di vita basato sul vivere bene ovvero sul benessere. In effetti è da tempi lontani che scrittori, filosofi e successivamente scienziati, si sono interrogati sul vero significato di benessere e sulla misura della felicità, ognuno a suo modo, ognuno analizzando alcuni aspetti appartenenti al proprio angolo di osservazione. Se nel passato questo termine poteva coincidere più o meno con la salute fisica, nel tempo la definizione di questo termine si è ampliata coinvolgendo molti aspetti dell’essere umano…

Radio Antenna 1 e Benessere mag, gli appuntamenti per i radioascoltatori

Claudio Pasqua
Claudio Pasqua, direttore di Benessere Mag

Si inizia giovedì 21 ottobre con il direttore di Torino Free e di Benessere MagClaudio Pasqua, docente di bioarchitettura presso l’Accademia Telematica Europea giornalista scientifico per numerose riviste tra cui gravita-zero.it e interiorissimi.it che presenterà la rivista e gli esperti che si avvicenderanno in trasmissione di settimana in settimana, sempre il giovedì mattina tra le 10 e le 12, tra cui

Seguirà giovedì 28 ottobre l’intervento di Gabriella Cevrero, docente di teoria e psicologia del colore, stili d’arredo e progettazione d’interni presso l’Accademia Telematica Europea.

Giovedì 11 novembre è il turno di Gabriella Mazzolari, Medico chirurgo, psicoterapeuta, estetico e nutrizionista, esperto in psicoterapia, nutrizione clinica e medicina estetica antiaging. Fondatrice dei centri Medicina e Nutrizione presenti in Lombardia e in Liguria nonché voce autorevole di Benessere mag.

Giovedì 25 novembre interverrà Stefania Cuomo, assistente di medicina estetica collaboratrice della Dott.ssa Mazzolari nel centro Medicina e Nutrizione di Bordighera (IM).

La collaborazione proseguirà anche nei mesi successivi con ulteriori interventi da parte degli esperti.

Con gli esperti di Benessere Mag il programma di Radio Antenna 1 “Alziamo le vibrazioni“ presenterà dunque curiosità della medicina, psicologia, ambiente, tecnologia e molto altro.

 Radio Antenna 1 – Alziamo le vibrazioni 

Radio Antenna 1 è una radio sulle eccellenze e il benessere del territorio e si ascolta a Torino e Provincia, Astigiano e Cuneese sulle frequenze FM 104,7-104,6 FM, oppure su digitale terrestre-sezione radio in tutto il Piemonte e, in streaming, ovunque, dal sito web www.antennaunoradio.com

Specializzata sul tema del benessere e della formazione, con programmi dedicati, e riconosciuti come riferimento interculturale dalla comunità latina piemontese.

Radio Antenna 1

www.antennaunoradio.com
www.facebook.com/antenna.uno
www.instagram.com/antenna.uno
Per scrivere in diretta, WhatsApp: 335 5731 226
Per intervenire in diretta 011745439

Benessere mag 

Benessere mag è la testata di riferimento per chi è alle ricerca d’informazioni, consigli, novità o anche solamente curiosità dal mondo del benessere: vi guideranno i migliori esperti sui temi più delicati. Focus sull’attualità e a disposizione esperti per le risposte ai dubbi più frequenti. Una rivista interamente on-line e gratuita, al servizio delle persone.
Gli articoli di Benessere Mag nascono grazie al contributo di medici, psicologi, biologi, giornalisti e professionisti del settore che offrono, attraverso una rigorosa selezione di articoli, informazioni teoriche e operative particolarmente utili per chi intende approfondire l’argomento.

Le vostre domande: gli esperti di Benessere mag rispondono

L’informazione al servizio delle persone. Se desiderate inviarci una domanda relativa a un vostro caso specifico, una curiosità o un argomento interessante, i nostri esperti sono a disposizione. I temi che riterremo più interessanti per gli ascoltatori saranno trattati in un articolo di approfondimento.

www.benesseremag.it
www.facebook.com/Benesseremag
twitter.com/BenessereMag
Email: [email protected]

Tullio Regge: 90 anni fa nasceva l’importante fisico piemontese

Tullio Regge: 90 anni fa nasceva l’importante fisico piemontese

11 luglio 2021 |

Fisico e matematico poliedrico torinese, studioso di fama internazionale, Tullio Regge fu tra più brillanti fisici della seconda metà del Novecento, introducendo alcuni contributi cruciali nello studio della meccanica quantistica e sulla relatività. Ottenne prima la cattedra di professore emerito all’Università di Torino prima e e poi quella del Politecnico di Torino .

Dopo la laurea in  fisica a Torino nel 1952 frequentò la Rochester University, dove conseguì il dottorato in fisica. Dal 1958 al 1959 collaborò con Heisenberg al Max Planck Institut di Monaco di Baviera. Nei primi anni sessanta definì quello che è noto come “calcolo di Regge”, allo scopo di semplificare lo studio della relatività generale, in special modo quei calcoli delle soluzioni dell’equazione di campo di Einstein, e approssimare le equazioni in alcuni difficili problemi di relatività numerica in cui altre tecniche di calcolo si rivelano troppo complesse, ad esempio la simulazione della collisione tra due buchi neri.

Nel 1961 ottenne la cattedra di fisica teorica all’Università di Torino. Nel tempo è stato colpito da una forma di distrofia muscolare, che lo ha progressivamente ridotto su una sedia a rotelle.

Fu tra i primi ad uscire dalle aule universitarie e raggiungere il pubblico eterogeneo tramite numerosi articoli scientifico-divulgativi pubblicati sulle testate italiane più importanti: molti torinesi lo ricordano negli anni ’80 quando riempiva luoghi come il Palasport o gli eventi alla Pellerina di migliaia di curiosi di ogni età mentre raccontava le meraviglie del cosmo e della fisica.

Fondatore dell’Isi, Istituto Internazionale per l’Interscambio Scientifico fu non solo scienziato ma anche appassionato di arte e design ed eletto al Parlamento Europeo nel 1989. Ma soprattutto impegnato in cause sociali come la tutela delle persone portatrici di handicap.

A lui è dedicato l’asteroide 3778 Regge e numerosi furono i suoi allievi che fecero propria la sua passione per il racconto della scienza. Tra loro il matematico Piergiorgio Odifreddi, e il fisico Riccardo Zecchina.

Fu sposato con Rosanna Cester, la fisica che ha diretto l’esperimento “Charmonium” e che ha guidato circa quattrocento ricercatori al Fermilab di Chicago. Da lei ha avuto tre figli. Una curiosità: Cester non ha mai rinunciato al suo cognome da nubile e ha sempre evitato domande sul suo privato.

 

Finale nazionale delle Olimpiadi di Robotica, Acqua Terra Cielo: “Save the Planet!”

Finale nazionale delle Olimpiadi di Robotica, Acqua Terra Cielo: “Save the Planet!”

10 giugno 2021 |

 

Gli obiettivi della competizione sono l’ideazione, la progettazione e la costruzione di prototipi di robot in grado di svolgere funzioni utili al miglioramento delle condizioni ambientali del nostro pianeta e/o delle condizioni di vita dell’uomo su di esso rendendoci in grado di rilevare dati in maniera sensibile e in luoghi irraggiungibili.

Nell’impossibilità di effettuare l’evento in presenza a causa del COVID-19, anche quest’anno la finale della competizione è stata trasformata in un Hackathon online per permettere la partecipazione da remoto ai team finalisti.
Per realizzare la sfida che verrà loro lanciata durante l’Hackathon le squadre hanno ricevuto nelle proprie scuole un kit didattico robotico e hanno partecipato a una formazione online dedicata a machine learning, big data e intelligenza artificiale, disegno 3d e programmazione.

Tutti i progetti presentati durante la Finale Nazionale dovranno essere open source, con la possibilità di poter essere replicati, modificati e riprodotti per fornire ispirazione ad altri studenti sul territorio nazionale.

Oltre alla fase finale della competizione, l’evento prevede la partecipazione di numerosi ospiti con interventi (in diretta streaming o registrati) legati all!utilizzo della robotica in campo ambientale e non solo.

La diretta streaming sarà registrata presso gli spazi di Liguria Digitale, che, per il secondo anno di fila è Supporting Partner della manifestazione e consentirà a tutti i partecipanti,

anche se a distanza, di poter respirare il clima dedicato all’innovazione promosso dalla Regione Liguria la quale idealmente avrebbe ospitato la finale in presenza proprio negli spazi di Liguria Digitale.
Rispetto all’anno scorso l’edizione delle Olimpiadi si fa in 4, con la creazione di 4 canali streaming per poter seguire l’evento in tutte le sue sfaccettature.

Programma della manifestazione

Mercoledi 9 Giugno 2021

Il programma di Mercoledì 9 Giugno prevede un evento dedicato solo alle squadre partecipanti cosi suddiviso:

Ore 09:00 – 09:30 Presentazione delle regole dell’Hackathon e Saluti Istituzionali (Ministero dell’Istruzione)
Ore 10:00 – 13:00 Help Desk tecnico per tutti i partecipanti
Ore 14:00 – 17:00 Help Desk tecnico per tutti i partecipanti

Giovedi 10 Giugno 2021

Ore 10:00 – 13:00 Help Desk per tutti i partecipanti

Ore 14:00 – 17:00 Corso di Formazione per docenti
In diretta dagli spazi di Liguria Digitale: Emedia literacy – come gli strumenti digitali stanno cambiando la comunicazione e l’apprendimento attraverso nuovi e rinnovati media – Focus sulla Robotica e l’intelligenza Artificiale dedicate alla Literacy e all’ambiente.

Venerdi 11 Giugno 2021

Evento finale Olimpiadi di Robotica – selezione vincitori delle tre categorie.

I team presenteranno i propri progetti alle giurie, suddivisi in base alla categoria prescelta (terra, aria, acqua).
Le presentazioni potranno essere seguite in diretta streaming che avverrà su 4 canali cosi suddivisi:

Canale Aria: in questo canale potrete assistere alle prove dedicate ai Droni
Canale Acqua: in questo canale potrete assistere alle prove dedicate dedicati ai robot marini
Canale Terra: in questo canale potrete assistere alle prove dedicate ai robot mobili e di assistenza terrestre.

Olimpiadi di Robotica Talk

Canale di Scuola di Robotica: Olimpiadi di Robotica Talk

Programma

09:00 – 09:30 Apertura della manifestazione e saluti alle squadre da parte dei rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, delle Autorità di Regione Liguria e dei Rappresentanti di Liguria Digitale.

10:00 – 13:00 Interventi da parte di robotici, esperti di ambiente i cui profili potrete trovare nelle prossime pagine.

13:00 – 15:00 Pausa pranzo.
14:30 – 17:00 Interventi da parte degli ospiti.
17:00 – 17:15 Premiazioni e presentazione dei prototipi costruiti dai team vincitori. 17:15 Saluti finali

Ospiti delle Olimpiadi di Robotica Talk

Mirella Adamo, Coordinatrice Progetto Rotary per la Sostenibilità
Andrea Canepa, Presidente di The Black Bag
Maura Casadio, professore associato di Bioingegneria, Università di Genova
Luciano Castro, presidente di Mediarkè e promotore di “Roma Drone Conference”
Michele Di Benedetto, Market Manager Educational Project, Omron Industrial Automation
Fausto Ferreria, ricercatore Università di Zagabria
Anna Giordano, Senior Program Management Officer Costa Crociere Foundation
Renato Grimaldi, professore ordinario, Sociologia Università di Torino
Carlo Marchisio, membro del Cd di ANIPLA
Claudio Masi, Presidente Rotary Club Milano
Lucia Pallottino, Professore Associato presso il Centro di Ricerca “E. Piaggio”
Elena Parodi, coordinatore Madlab 2.0
David Scaradozzi, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Università Politecnica delle Marche Valentina Russo, Ingegnere, pilota di droni
Bruno Siciliano, ordinario di Automatica, Università di Napoli Federico II
Gianmarco Veruggio, ricercatore robotico, Senior Research Associate presso CNR-IEIIT.

Il programma Completo sul sito www.olimpiadirobotica.it

Con Fondazione CRT un Corso di Giornalismo Scientifico sui cambiamenti del clima

Con Fondazione CRT un Corso di Giornalismo Scientifico sui cambiamenti del clima

6 maggio 2021 | , ,
Con il supporto di Fondazione CRT, la docenza dei giornalisti scientifici della Accademia Telematica Europea e dei ricercatori del CNR-IRPI (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica) parte questa settimana il progetto GioMon, un corso di giornalismo scientifico rivolto a giornalisti del territorio.
Scopo: formare giovani giornalisti scientifici su come comunicare al meglio le sfide che stiamo affrontando relativamente ai cambiamenti climatici della Terra, alla fusione dei ghiacci, anche piemontesi, e all’impoverimento delle risorse del Pianeta.
Oggi il Dr Guido Nigrelli dell’IRPI ha tenuto un incontro a tema: la climatologia dell’Antropocene.

Un corso pensato per chi fa la scienza e vuole imparare a comunicarla con gli strumenti di un giornalista. Un corso pensato per chi fa giornalismo e vuole imparare ad usare i suoi strumenti per comunicare la scienza. Un corso per chi vuole diffondere fiducia. Fiducia nella scienza.

Abbiamo intervistato il Dr Guido Nigrelli, promotore di questa iniziativa, chiedendo quali siano gli scopi del corso.

Davvero siamo in piena emergenza climatica come dice la giovane Greta Thunberg?

Guido Nigrelli, ricercatore CNR IRPI

Guido Nigrelli, ricercatore CNR IRPI

“Si, siamo davvero in piena emergenza climatica”. Ma non lo siamo a causa dei cambiamenti climatici. Durante gli ultimi 8000 anni vi è stata una chiara alternanza di periodi caldi e periodi freddi e questa alternanza ha condizionando la vita di intere popolazioni, favorendo l’espansione o la scomparsa di intere civiltà. Nulla di nuovo quindi. A conferma di questo vi sono molti dati e molte pubblicazioni di riferimento”.

“Siamo davvero in piena emergenza climatica perché, dal 1950 circa e per la prima volta sulla Terra, l’uomo con le sue attività e soprattutto con le sue emissioni in atmosfera è stato in grado di modificare il clima e l’ambiente, accelerando alcuni processi già in corso. Dal 1950 in avanti si può dire che siamo entrati in una nuova era: l’Antropocene”.

Antropocene = grande accelerazione. Questa è la novità.

“Questa incontrollata accelerazione ci sta portando verso un punto di non ritorno, nessun falso allarmismo: o ci sbrighiamo, cambiamo radicalmente i nostri stili di vita e abbassiamo le emissioni antropogeniche in atmosfera (e non solo in atmosfera), oppure in un tempo non molto lontano, le condizioni di vita per l’uomo su questo pianeta potrebbero non essere più così scontate”.

Proprio per questo, spiega Nigrelli, è importante che ci siano sempre più corsi come questi  che permettano ai giornalisti – che sono i veri protagonisti nella comunicazione al grande pubblico di quanto sta avvenendo – di poter accedere alle informazioni, tenere solidi contatti con i ricercatori, con chi fa ricerca, e tradurre le informazioni in modo chiaro facile da comprendere. Fare insomma vera divulgazione.

Durante il corso di giornalismo scientifico vengono affrontati anche argomenti trasversali, utili per chi si occupa di comunicazione scientifica, come la lettura e l’interpretazione statistica dei grafici, i metodi per comunicare la scienza, la verifica delle fonti e molto altro.

 

Slide del corso – Lezione 2:   la climatologia dell’Antropocene
È possibile scaricare le slide della lezione di oggi dal seguente link 

presente alla pagina del sito del CNR Geoclimalp

Al Science Web Festival l’ebook comunicare la scienza del benessere

Al Science Web Festival l’ebook comunicare la scienza del benessere

17 aprile 2021 | , ,

Il testo presentato quest’anno al Science Web Festival dimostra come sia possibile fare scienza in modo creativo adottando le strategie narrative e di marketing tipiche dei social network. Questo lavoro illustra come comunicare efficacemente argomenti difficili ma fondamentali, come quelli relativi al benessere e alla salute, in maniera semplice e attraente utilizzando tecniche, come lo storytelling ed il retromarketing, tipiche della comunicazione digitale. Il manuale è disponibile gratuitamente su richiesta alla Accademia Telematica Europea ([email protected]) o all’autrice stessa ([email protected]).

 

 

Lo Science Web Festival 2021, festival della divulgazione scientifica online, si tiene quest’anno dal 12 al 18 Aprile.  Il festival, che quest’anno vede la partecipazione di circa 200 divulgatori per oltre 230 eventi, è sostenuto dal contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo.

Tra le 29 rubriche, suddivise in base alla tipologia del contenuto, in cui si articola la manifestazione è stato anche presentato, nella rubrica dedicata alla storia della scienza, il lavoro della dottoressa Immacolata Vecchio.

La ricercatrice ha presentato l’e-book dal titolo “Dai vecchi ai nuovi media. Com’è cambiata la comunicazione pubblica della scienza nell’era digitale”, che nasce come lavoro conclusivo del corso in Giornalismo Scientifico dell’Accademia Telematica Europea. 

Il libro digitale, disponibile gratuitamente sulla piattaforma lulu.com, affronta il tema della divulgazione scientifica in una prospettiva storica analizzando i modelli comunicativi che hanno caratterizzato l’informazione scientifica nel corso del tempo.

Particolare attenzione è stata concentrata sugli effetti della rivoluzione digitale nel modo di comunicare al pubblico la scienza con particolare enfasi sui limiti e le problematiche del fare scienza ai tempi dei social network.

Edizioni come queste hanno  dimostrato di saper dare voce alla community della divulgazione scientifica, anche in un momento delicato come quello che stiamo attraversando, provando a mettere in luce quanto la scienza sia, se comunicata bene, divertente, oltre che interessante.
Fisica e Adroterapia: parte il concorso per raccontarle in un video

Fisica e Adroterapia: parte il concorso per raccontarle in un video

13 aprile 2021 | , ,

È questa la sfida lanciata da PATH, il nuovo progetto di outreach dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), in collaborazione con il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO), l’Università di Bologna e il Policlinico Universitario Sant’Orsola-Malpighi.

Le scoperte della fisica hanno numerose applicazioni pratiche e una di queste sta dando importanti risultati in medicina: l’adroterapia, che consiste nell’utilizzo di fasci di protoni e ioni carbonio per il trattamento di tumori non operabili e resistenti alla radioterapia e che utilizza prevalentemente raggi X ed elettroni. Protoni e ioni carbonio sono particelle più potenti ed efficaci nel distruggere le cellule del tumore e permettono di colpire in modo mirato solo le cellule tumorali, a differenza di ciò che accade con la radioterapia che irradia anche i tessuti sani.

INFN 2021 Adro ContestDal 2011 a oggi il CNAO, uno dei 6 centri al mondo che utilizza sia ioni carbonio sia protoni, ha trattato oltre 3000 pazienti oncologici con adroterapia. Per farlo utilizza un sincrotrone, ovvero un grande e complesso acceleratore di particelle, frutto della tecnologia italiana, che scompone gli atomi e dirige i fasci di particelle sui tessuti tumorali.

L’adroterapia, che fa già parte delle terapie previste dal Servizio Sanitario Nazionale, è una delle applicazioni più avanzate della fisica delle particelle alla medicina e lo scopo del progetto PATH è proprio quello di farla scoprire a chi non la conosce e contribuire alla sua diffusione grazie alla collaborazione tra fisici e medici.

Come partecipare

Il concorso “Adro-Contest Video” è aperto a chiunque voglia cimentarsi in questa sfida e presenta anche una categoria speciale dedicata alla scuola “Adro-Contest Studenti”, per studentesse e studenti delle scuole secondarie di I e II grado. In palio un monte premi di 2000 euro, di cui 500 per la categoria scuola, oltre a libri e gadget per le menzioni speciali. In entrambi i casi ai partecipanti è richiesto di presentare un video di massimo 5 minuti che racconti il rapporto tra la fisica delle particelle e l’adroterapia. La scadenza per presentare i video è il 30 giugno per la categoria “Adro-Contest Studenti” e il 13 settembre per gli altri. Per regolamento e iscrizioni:

https://web.infn.it/path/adro-video-contest/

Il progetto PATH

 

INFN 2021 Adro Contest

.

PATH (Particles Accelerator Technologies for Health) nasce nell’ambito dei progetti di Terza Missione dell’INFN nella sezione di Bologna e vede la collaborazione del CNAO (Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica, unico centro in Italia e uno dei 6 al mondo a trattare tumori sia con protoni sia con ioni carbonio), il Policlinico Universitario Sant’Orsola- Malpighi e l’Università di Bologna. Il progetto si propone di diffondere la conoscenza dell’adroterapia e si concentra in particolare sulla realtà del territorio di Bologna. Molte delle attività per il pubblico sono state rimandate a causa della pandemia da Covid-19 e si

è partiti intanto con le attività che non prevedono la presenza come la visita virtuale al CNAO per studenti e specializzandi dell’Ateneo bolognese, che si svolgerà a fine maggio, il video contest nazionale.
Maggiori informazioni sul progetto PATH: https://web.infn.it/path/

Comunicato Stampa
Ufficio Comunicazione INFN
Ufficio Comunicazione CNAO
Relazioni con i media – SEC Newgate


Ciak, si gira! A Pavia la scienza va in scena in streaming 10 aprile 2021

Ciak, si gira! A Pavia la scienza va in scena in streaming

Dal 2014, la passione per la scienza e la divulgazione ha portato i ragazzi dell’Associazione Ghislieri Scienza ad organizzare la manifestazione “Indiscienza”, con la quale, attraverso laboratori e conferenze, hanno voluto dimostrare che la passione per il sapere scientifico si può accendere anche attraverso una sperimentazione quotidiana e non solo grazie al puro insegnamento teorico. Nel […]

Alla Festa della Matematica stravince il Galileo Ferraris di Torino 27 marzo 2021

Alla Festa della Matematica stravince il Galileo Ferraris di Torino

Grande successo anche per l’edizione numero 20 della “Festa della Matematica”, che si è svolta ieri, in remoto come da regola del decreto ministeriale. L’evento rientra nelle iniziative didattiche e culturali di MAT-TO (Matematica, Ambiente e Tecnologia – Torino), e si è svolto, come sede logistica, presso il Sermig “Arsenale della Pace” con sede a Torino, e ha […]

La Festa della Matematica riparte, tra MAT-TO, mostre, conferenze e visite a distanza 12 novembre 2020

La Festa della Matematica riparte, tra MAT-TO, mostre, conferenze e visite a distanza

L’ormai tradizionale appuntamento annuale con le gare tra studenti delle scuole medie e  superiori si ripresenta, nonostante le previste difficoltà legate all’emergenza sanitaria, in un periodo inconsueto e con una formula altrettanto inconsueta. Rinviata l’edizione di quest’anno dallo scorso marzo, a causa della pandemia, la battaglia a colpi di numeri, formule ed equazioni, ideata e […]

Coronavirus: Hal Allergy estende a tutta Italia il counseling telefonico gratuito 30 marzo 2020

Coronavirus: Hal Allergy estende a tutta Italia il counseling telefonico gratuito

Che cosa è Prima Linea? “Prima Linea” è una iniziativa, dedicata a tutti gli operatori sanitari e non, impegnati negli ospedali delle regioni più fortemente colpite dal Coronavirus – ci spiega la dottoressa Sabrina de Federicis. “Abbiamo sentito molto forte la necessità di offrire un contributo diretto a tutto il personale ospedaliero impegnato, in questi […]