Quantcast

Alla Deriva

18 aprile 2012 | , ,

Mercoledì 18 aprile alle ore 20.30, Quartarete trasmetterà in diretta la puntata di “Balon” dal titolo “Alla Deriva”, condotta da Patrizia Corgnati. Lo spread sale, la borsa scende, le imprese falliscono e gli imprenditori, a volte, si ammazzano. Il ministro Fornero avverte: la riforma del lavoro o ce ne andiamo tutti a casa. Exit strategy? Tra politica e antipolitica un Paese alla deriva. Saranno presenti: Samuele Broglio, pres. naz. Confartigianato legno;  Vittorio Bertola, capogruppo Movimento 5 Stelle Comune di Torino
Giuseppe Castaldi, direttore generale Akka Italia;  Giovanni Carpinelli, doc. Storia contemporanea Università di Torino;  Aldo Corgiat, sindaco di Settimo T.se (Pd)

Fassino e governare Torino al tempo della crisi

16 aprile 2012 | ,

“Governare Torino al tempo della crisi – Come il sindaco ha riscoperto la sua città”. E’ questo il tema dell’incontro con Piero Fassino, sindaco di Torino, in programma lunedì 16 aprile, alle 21, al Circolo della Stampa di Torino.  Conduce Luigi La Spina, editorialista La Stampa.  La serata è a cura del Circolo della Stampa, dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte e dell’Associazione Stampa Subalpina. Ingresso libero fino a esaurimento posti

A Torino la Presentazione del libro Scorie Radioattive di Andrea Bertaglio e Maurizio Pallante

26 marzo 2012 | , ,

Appuntamento lunedì 26 marzo alle 18:00 presso Negozio Leggero in via San Tommaso 5 a Torino per la presentazione del libro di Andrea Bertaglio e Maurizio Pallante dal titolo “Scorie radioattive. Chi sa trema, ma in silenzio” Aliberti editore.

La serata è organizzata dall’ente di ricerca ambientale Ecologos in occasione del triste anniversario della strage nucleare di Fukushima in Giappone per fare il punto sulla situazione italiana e la nostrana gestione delle scorie radioattive.  (altro…)

Il testo del disegno di legge della riforma del mercato del lavoro

23 marzo 2012 | ,

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, “salvo intese”, il disegno di legge di riforma del mercato del lavoro. La formula “salvo intese” è stata consigliata a Mario Monti dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nella speranza di stemperare le tensioni delle ultime ore. il ministro del Welfare, Elsa Fornero ha dichiarato: “Il governo non torna indietro sull’articolo 18. Nessuna marcia indietro dal governo e questo deve essere chiaro”. Il testo del disegno di legge che ora dovrà passare al Parlamento. (altro…)

Tedesco in Scena a Torino dal 2 al 4 aprile

2 febbraio 2012 | ,

Anche quest’anno il Goethe Institut, l’istituto tedesco che promuove la lingua all’estero, porta a Torino più di 250 ragazzi provenienti da mezza Europa e li fa salire sul palcoscenico. Studenti di età compresa tra i 14 e i 19 anni imparano il tedesco fuori dai banchi di scuola. Ventiquattro le scuole che hanno chiesto di partecipare al festival “Tedesco in Scena” a Torino, ma solo sedici potranno calcare le scene della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani. (altro…)

La bozza del documento sulle liberalizzazioni del Governo Monti da scaricare

19 gennaio 2012 | ,

Pubblichiamo l’ultima bozza disponibile in rete del documento sulle liberalizzazioni che verrà presentato dal Governo Monti

Quale destino per i pubblicisti?

11 gennaio 2012 | , ,

Mercoledì 11 gennaio, alle 21, al Circolo della Stampa Sporting, in corso Agnelli 45 a Torino, nella Sala delle Carte al primo piano, si svolgerà un incontro autoconvocato tra i giornalisti pubblicisti piemontesi per discutere della riforma degli ordini professionali.
Sono stati invitati i vertici dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte e dell’Associazione Stampa Subalpina.

Le liberalizzazioni per far ripartire l’economia italiana

5 gennaio 2012 | , ,

Dai servizi pubblici locali alle poste, dai trasporti alle banche e all’energia, fino alle professioni e alla semplificazione dell’attività amministrativa: è lo spettro delle proposte tecniche contenute nella segnalazione dell’Antitrust, firmata dal presidente Giovanni Pitruzzella e finalizzate a rimuovere ogni ostacolo all’apertura dei mercati, per meglio promuovere la concorrenza, la competitività e la crescita del Paese. Un contributo offerto a Governo e Parlamento nel pieno rispetto della loro autonomia politica e costituzionale ma anche nella consapevolezza che in questa fase storica ci siano tutte le condizioni perché possa finalmente realizzarsi un “circolo virtuoso” tra Istituzioni rappresentative, forze politiche e Autorità indipendenti volto a conseguire l’interesse generale, superando gli egoismi di parte e le resistenze di quegli interessi consolidati che le politiche di liberalizzazione finiranno inevitabilmente per intaccare. (altro…)

Il pensiero di quelli che da anni uniscono l’Italia in treno

2 gennaio 2012 | , ,

Continuano i presidi dei lavoratori dei treni notte a difesa del loro lavoro. In un recente comunicato hanno ribadito il loro pensiero sulla necessità di treni abbordabili economicamente che uniscano l’Italia.

Sulla situazione che stiamo vivendo e sui nostri stati d’animo pensiamo che non ci sia altro d’aggiungere. In questi giorni in tutte le trasmissioni non si parla d’altro che di decreti salva italia.Le istituzioni sono impegnate a formulare nuove riforme che salvino questo Paese, ma vorremmo che si ricordassero anche nel 150° anno dell’unità d’Italia che esistono gli ITALIANI. A loro chi ci pensa? L’11 Dicembre 2011 con la soppressione dei treni notte non si sono persi solo 836 posti di lavoro, ma tutti gli italiani hanno perso una parte di libertà e diritto. La libertà di potersi spostare dal nord al sud e viceversa, scegliendo il mezzo di trasporto in funzione delle proprie possibilità economiche.Tutto ciò solo per strategie di mercato che mirano esclusivamente ai guadagni, escludendo il diritto alla salvaguardia dell’ambiente e della salute delle persone incentivando il trasporto su gomma.E non ultimo il diritto che hanno queste persone a potersi spostare nel proprio paese per ricongiungersi con i propri cari, per potersi curare nei centri specializzati e per trovare nuove speranze occupazionali. Pertanto invitiamo l’amministratore delegato delle ferrovie Italiane, tutte le istituzioni e tutti i cittadini alla salvaguardia di questi treni, con conseguente ripristino, apportando miglioramenti al servizio notte, che negli ultimi anni è stato abbandonato.