Quantcast

Anche a Torino si potrà andare in bici contromano in certe vie

2 febbraio 2014 |

tobikeE’ in discussione un proposta di modifica del codice della strada per rendere possibile di percorrere alcune vie anche in controsenso alle automobili se in bicicletta. Le vie in cui sarà possibile viaggiare in senso contrario alle auto dovranno avere caratteristiche definite: carreggiata larga almeno 4 metri, assenza di parcheggio  parcheggio sul lato sinistro, divieto di circolazione ai mezzi pesanti. Si tratta di una modalità di utilizzo diffusa in diversi paesi europei come Olanda, Regno Unito,  Danimarca e Francia e in città (altro…)

Vogliamo più sanzioni per chi non rispetta le stazioni ToBike

Vogliamo più sanzioni per chi non rispetta le stazioni ToBike

13 gennaio 2013 |

Allora, ecco, tobike_stazioneio adesso dico: ma cosa dobbiamo fare? Ne hanno già parlato e scritto in tanti. Il problema è sempre lo stesso: gli automobilisti non rispettano i ciclisti e i loro spazi. Ma ora parliamo in particolare delle stazioni ToBike, dove i ciclisti vorrebbero prelevare mezzi e parcheggiarli con facilità. Non che ogni volta bisogna dribblare le auto parcheggiate davanti, di fianco e, se potessero, sopra alle colonnine. E se gli automobilisti non hanno senso civico, allora bisogna insegnarglielo a suon di sanzioni. I Vigili non hanno il tempo di controllare tutte le stazioni ToBike? Allora diamo al personale ToBike la possibilità di sanzionare essi stessi le auto in sosta sulle stazioni. Oppure facciamo che qualsiasi cittadino può fotografare l’auto in sosta vietata e trasmettere l’immagine ai Vigili che automaticamente sanzionano la targa immortalata dallo scatto. Queste idee non vannno bene, non vi piacciono? Allora trovatene una voi, amministratori nostri. Ma una che funzioni.

 

Arte da pedalare

Arte da pedalare

14 novembre 2012 |

Per Luci d’Artista, le bici [TO]BIKE diventano protagoniste dell’installazione di Martino Gamper.
Ogni sera, sul sito www.tobike.it, sarà possibile prenotare 7 bici “illuminate ad arte” per un’ora, interagendo così con una delle installazioni dell’edizione 2012 di Luci d’Artista. Sono a disposizione due fasce orarie: 18.00 e 19.15. Sul sito www.tobike.it la prenotazione e tutti i dettagli per partecipare. Per ulteriori informazioni: [email protected]

 

Torino Vertical Bike – 15 luglio 2012

Torino Vertical Bike – 15 luglio 2012

25 giugno 2012 |

La Torino Vertical Bike (TVB) ha un concept innovativo: si tratta di una gara di mountain-bike cittadina che si ripromette di sconvolgere l’arredo urbano rendendolo outdoor. Una competizione che vuole portare in città l’aria pulita dei boschi, il rumore di una derapata sullo sterrato, l’emozione di salite e discese beneficiando delle bellezze storiche e superando le barriere architettoniche della città. Gallerie, cortili, scalinate, parcheggi sotterranei, portici, parchi collinari, scalinate verticali diventano terreno ideale per creare emozione e spettacolarità.
La gara si corre domenica 15 luglio 2012 a Torino con partenza e arrivo in piazza Castello. La competizione è aperta a tutti: professionisti, dilettanti, appassionati di mountain-bike e di sport. Per maggiori informazioni: http://www.verticalifeteam.it/news/view/torino_vertical_bike.
La Torino Vertical Bike è alla sua prima edizione ed è ideata e organizzata dall’Associazione Verticalife. Con la Torino Vertical Bike l’Associazione si delinea nel panorama torinese come la principale organizzatrice di eventi sportivi spettacolari e unici con ingredienti principali l’outdoor, il divertimento, la libertà e la voglia di stare insieme

La Regione propone l’itinerario delle regge

La Regione propone l’itinerario delle regge

30 novembre 2011 |

Diventerà una proposta del pacchetto turistico regionale, sarà un itinerario cicloturistico che, oltre alle bellezze naturalistiche, consentirà di apprezzare la Venaria Reale, il Castello di Rivoli, Stupinigi, il Castello di Moncalieri, Villa della Regina e Superga. Ecco il tracciato.

Tratto da La Stampa: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/infografica/201111articoli/71831girata.asp

Aperto il concorso Bimbimbici

Aperto il concorso Bimbimbici

5 ottobre 2011 |

Sono aperte le iscrizioni al Concorso Nazionale di Disegno 2012 legato a doppio filo con la manifestazione FIAB Bimbimbici.
L’iniziativa è rivolta a tutti gli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado ed è volta a stimolare la riflessione sulla mobilità sostenibile tramite l’espressione della creatività. Come lo scorso anno, le iscrizioni sono gratuite e dovranno essere effettuate online e rimarranno aperte fino al mese di aprile 2012. Il titolo del Concorso scelto per l’edizione 2012 è: “UNA STRADA TUTTA MIA: Gioco, Pedalo e Osservo il Mondo”.

I piccoli artisti dai 3 ai 13 anni saranno chiamati a esprimere la loro creatività riflettendo su temi formativi quali la mobilità sostenibile, la qualità della vita odierna, la città come luogo sicuro per giocare. Lo scopo dell’iniziativa è di far percepire alla collettività le strade non solo come arterie per gli spostamenti urbani, ma anche come luoghi sicuri dove i bambini possono giocare, pedalare in sella alle loro bici, oppure fermarsi ad osservare il mondo, senza essere coinvolti dalla frenesia e dai ritmi di vita insalubri del nostro tempo.

La bicicletta, infatti, costituisce un ottimo strumento di gioco e di socializzazione, che favorisce l’autonomia, il confronto e il dialogo. Tutti coloro (Istituti scolastici, Comuni e Associazioni) che desiderano organizzare il Concorso nella propria città sono invitati a:  leggere il Regolamento del Concorso di Disegno 2012;  iscriversi compilando l’apposito form online sul sito www.bimbimbici.it.

ToBike anche in periferia

ToBike anche in periferia

14 settembre 2011 |

Con quasi 60 stazioni, 13 mila abbonati e 3 mila prelievi giornalieri, per il bike sharing torinese è giunto il momento di espandersi e uscire dal centro. Dal prossimo anno infatti sarà presente anche nelle zone periferiche della città con 57 nuove stazioni: 24 sono in lavorazione, 27 da definire, altre 6 in attesa che si risolvano alcuni problemi tecnici. La loro collocazione verrà valutata con le relative circoscrizioni, come ha annunciato l’assessore all’Ambiente Enzo Lavolta,  tenendo conto delle necessità delle diverse zone e dei flussi di traffico previsti.

L’idea è quella di realizzare le stazioni a non più di 300-400 metri di distanza una dall’altra e di far seguire all’espansione la logica dei cerchi concentrici. L’obiettivo, naturalmente, è collegare meglio le zone periferiche con il centro, anche per mezzo di una rete che consenta ai cittadini di scegliere un mezzo pulito come la bicicletta per gli spostamenti quotidiani, magari in sinergia con i mezzi pubblici.

 

Il 10 luglio è Bike pride

Il 10 luglio è Bike pride

7 luglio 2011 |

La manifestazione, che era stata cancellata il 5 giugno a causa del maltempo, avrà luogo questa domenica. Confermato il luogo di ritrovo al Parco del Valentino, lungo Viale Virgilio, alle 15, così come grana parte del programma originario.

“La bicicletta in città è sinonimo di civilità, di sostenibilità, di sicurezza stradale e di vivibilità e noi vogliamo ribadirlo con una parata d’orgoglio!
Dimostriamo alla nuova amministrazione che vogliamo cambiamenti concreti nell’ambito della tutela dell’ambiente e della mobilità urbana: domenica 10 luglio, ri-inondiamo la città di Biciclette scampanellanti!” www.bikepride.it

Bike sharing: miglioramenti in vista

Bike sharing: miglioramenti in vista

5 luglio 2011 |

In molti a Torino hanno dimostrato di credere nel progetto ToBike: gli iscritti sono stati undici mila in un anno, un successo oltre ogni previsione. Peccato si siano verificate nell’arco di questo tempo alcune disfunzioni, che gli utenti non hanno mancato di segnalare.

Ora la società responsabile di gestire il servizio sta lavorando alle contromisure. Entro giugno 2012 le stazioni raddoppieranno come da accordi con il Comune: da 60 a 116. Gli addetti, che all’inizio erano cinque, oggi sono stati triplicati: se ne contano quindici. Gli uffici funzionano sette giorni su sette e sei manutentori, divisi su tre turni, dalle 5 alle 23 fanno la spola tra le postazioni per controllarne lo stato e intervenire sulle biciclette guaste. Quanto alla manutenzione dei mezzi a due ruote, ogni giorno vengono prelevate tutte biciclette danneggiate, ma oltre a queste le squadre ne rimuovono una decina per portarle in manutenzione, in modo tale che ognuna delle 600 biciclette faccia un passaggio in officina una volta al mese. I piccoli interventi invece (come gonfiare ruote, aggiustare freni, sostituire accessori) vengono effettuati in loco.

Infine, probabilmente dopo l’estate, la rete di bike sharing torinese sarà collegata con quelle di Collegno e Grugliasco: il gestore è lo stesso e i due comuni della cintura modificheranno le piattaforme per renderle compatibili con quelle di Torino. E finalmente anche per i turisti in visita in città sarà più agevole utilizzare il servizio: anziché dover acquistare un ticket nelle tabaccherie (che la domenica sono chiuse) o in via Milano, da metà luglio potranno prendere una bicicletta dalle postazioni chiamando il call center e comunicando gli estremi della carta di credito.

 

Una candelina per [TO]Bike

Una candelina per [TO]Bike

1 giugno 2011 |

L’abbiamo atteso per tanto tempo. Sperimentato in altre città europee. Figurato con la nostra immaginazione. E finalmente un anno fa l’abbiamo avuto. Stiamo parlando del bike sharing, che poi a Torino si chiama [TO]Bike. Il servizio che in 1 anno ha fatto 10.000 abbonati e 3.000 utenti che l’utilizzano ogni giorno per spostarsi in città.

Quelli di [TO]Bike dicono: “Un anno fa è iniziata la grande avventura: un nuovo viaggio all’insegna delle due ruote e questa volta nella nostra città! Tanto lavoro, tanto impegno e tanto entusiasmo nel voler dare vita a una soluzione di mobilità sostenibile in grado di soddisfare le attese di tutti gli utenti. Il nostro ringraziamento va a tutti voi per la fiducia, il sostegno, la pazienza e l’entusiasmo che riservate a [TO]Bike, con il costruttivo intento di farne un servizio sempre più efficiente”. Per il suo primo compleanno, [TO]Bike invita tutti i cittadini lunedì 6 giugno in piazza Castello, a partire dalle 18.30, per festeggiare con aperitivo e musica.

Il servizio di bike sharing targato Torino, inaugurato il 6 giugno 2010 in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente e del Bike Pride in città, è la testimonianza di un innovativo progetto di mobilità, una concreta alternativa all’automobile per gli spostamenti urbani, per una città meno trafficata, senza code, con uno sguardo attento all’ambiente e all’energia. Attivo tutti i giorni 24 ore su 24, prevede di arrivare a un totale 116 stazioni per il bike sharing in città.

Per abbonarsi: http://www.tobike.it/frmAbbonamenti.aspx

 

Pronti per il Bike Pride?

Pronti per il Bike Pride?

1 giugno 2011 |

Il 5 giugno sarà il giorno dell’orgoglio ciclista a Torino. Non si può mancare. La ciclo invasione continua. La grande parata ambientalista a favore della mobilità sostenibile e ciclabile, alla sua seconda edizione, prenderà il via alle 15 davanti al Castello del Valentino. Il Bike Pride è un grande corteo, è una parata di biciclette, un’invasione festosa e pacifica di mezzi ecologici di ogni tipo nel cuore di Torino: lo scorso anno se ne sono visti 5.000. È una manifestazione di legittimazione culturale e sociale, una rivendicazione di spazi e di tutele a favore dei cittadini che scelgono forme di mobilità più rispettose dell’ambiente e della sicurezza di tutti. È l’occasione, per tutti coloro che considerano prioritaria la difesa dell’ambiente, di manifestare ed esprimere in maniera festosa, ma chiara e decisa, la voglia di cambiare passo nell’ambito delle politiche ambientali e di mobilità urbana.

Il contesto urbano espone continuamente ad evidenti rischi i cittadini che si muovono in bicicletta: il Bike Pride vuole esortare a un maggiore impegno politico ed economico verso la mobilità sostenibile come principale meccanismo volto a rendere la città un luogo più vivibile, sicuro e sostenibile.
Come dicono gli organizzatori: “Continuiamo a dimostrare che vogliamo cambiamenti concreti: domenica 5 giugno, giornata mondiale dell’Ambiente, ri-inondiamo la città di biciclette scampanellanti!”
Il Bike Pride partirà all’interno del parco del Valentino, in Viale Virgilio, dietro il Castello del Valentino. Il ritrovo è alle 15, la partenza alle 15.30 – e se piove si parte lo stesso! La festa continua la sera con eventi a tema ciclo-ambientalista, concerti e feste in Piazza Vittorio con ToBike! e Idea Solidale e poi al Parco Michelotti per terminare con la serata conclusiva di CinemAmbiente.

Per il programma completo:  http://www.bikepride.it/chiecosa.html