Quantcast
In giro per le Luci d’artista di Torino in bicicletta

In giro per le Luci d’artista di Torino in bicicletta

31 ottobre 2015 |

A Torino sono ritornate le Luci d’artista. Qual’è il modo migliore per vederle tutte: prendere la bicicletta, munirsi della mappa delle installazioni e viaggiare con calma con gli occhi levati all’insù.  (altro…)

In bicicletta sulle piste ciclabili di Torino fra cantieri, indisciplina, passanti, cani e …

In bicicletta sulle piste ciclabili di Torino fra cantieri, indisciplina, passanti, cani e …

27 ottobre 2015 |

A Torino è cresciuto il numero di piste ciclabili negli anni, ma queste sono per la maggior parte figlie minori della viabilità stradale automobilistica per cui si vanno ad infilare in spazi angusti ricavati dove (altro…)

Un Bunet per calcolare i percorsi in bici a Torino

Un Bunet per calcolare i percorsi in bici a Torino

30 giugno 2015 |

La Città Metropolitana di Torino vuole offrire al turista sportivo in bicicletta l’occasione di scoprire il patrimonio naturale, storico e rurale del territorio attraverso una serie di strumenti che consentono di muoversi agevolmente. E’ stata realizzata una guida degli itinerari ciclabili, per promuovere il turismo di prossimità in bicicletta e gli spostamenti a breve raggio. (altro…)

Il Comune di Torino approva una nuova pista ciclabile su Lungo Stura Lazio e lancia percorso guidato acustico e visivo lungo la ciclopista del Po

24 luglio 2014 |

La giunta comunale di Torino ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione di una nuova pista ciclabile sulla carreggiata di Lungo Stura Lazio, lato torrente Stura da corso Giulio Cesare a Strada Settimo, per una lunghezza di 2 chilometri. In questo modo si concretizzerà la continuità ciclabile nelle aree verdi lungo i fiumi torinesi. Con un altro provvedimento la giunta comunale di Torino ha approvato un documento che istituisce un percorso guidato, acustico e visivo, lungo la ciclopista del Po con partenza dal ponte di Moncalieri e arrivo al Motovelodromo suddiviso in 22 tappe. Il ciclista giunto su uno di questi luoghi troverà una rastrelliera per fermare la bici e con uno smartphone, grazie al codice QR, potrà collegarsi a un sito che permetterà di ascoltare informazioni specifiche su alcuni luoghi della città.

I rischi di un ciclista e dei pedoni in Via Garibaldi a Torino

29 ottobre 2013 |

Per avallare la proposta di costringere il Comune di Torino a realizzare una porzione dedicata ai ciclisti in via Garibaldi a Torino, ma anche perchè si prendano decisioni simili nelle maggiori aree pedonali dei comuni piemontesi e italiani ecco un video dello slalom coraggioso di un ciclista in via Garibaldi da Piazza Statuto a Piazza Castello

Di la tua sul Biciplan

Di la tua sul Biciplan

22 febbraio 2013 |

1358949957_eropolo_biciplanAl Comune di Torino nel gennaio scorso è stata presentata la bozza del Piano della Mobilità Ciclabile. Su QP ne abbiamo già parlato, si chiama BiciPlan e se ne può scaricarne una sintesi qui: http://www.comune.torino.it/trasporti/bm~doc/biciplan_23_012013.pdf

Adesso, l’obiettivo del Comitato Bike Pride / #salvaiciclisti è quello di monitorare e indirizzare l’amministrazione torinese verso l’applicazione più concreta e proficua possibile del BiciPlan, anche grazie a indicazioni e priorità suggerite dagli utenti.

Vuoi dedicare 5 minuti al questionario proposto dal Comitato? clicca qui sotto: https://docs.google.com/forms/sondaggiobiciplantorino/

ToBike = Torino + interland

ToBike = Torino + interland

13 luglio 2012 |

ToBike ha raggiunto un grande traguardo: è il primo servizio di bike sharing metropolitano in Italia. Un servizio di mobilità sostenibile che si estende sul territorio, coinvolgendo diversi comuni dell’interland torinese.

Con un’unica card e un’unica tariffazione si può ora accedere ai servizi di Torino, Collegno, Grugliasco, Venaria Reale, Alpignano e Druento. E sarà operativo anche l’interscambio dei mezzi all’interno dell’area metropolitana individuata. Un passo fondamentale in un’ottica di effettiva ed efficiente integrazione di servizi di trasporto pubblico.

Per verificare tutte le postazioni attive sul territorio è sufficiente collegarsi a www.tobike.it e consultare la sezione “stazioni”. Selezionando il comune di interesse è possibile consultare in tempo reale la disponibilità di mezzi e posti disponibili nelle stazioni

Torino Vertical Bike – 15 luglio 2012

Torino Vertical Bike – 15 luglio 2012

25 giugno 2012 |

La Torino Vertical Bike (TVB) ha un concept innovativo: si tratta di una gara di mountain-bike cittadina che si ripromette di sconvolgere l’arredo urbano rendendolo outdoor. Una competizione che vuole portare in città l’aria pulita dei boschi, il rumore di una derapata sullo sterrato, l’emozione di salite e discese beneficiando delle bellezze storiche e superando le barriere architettoniche della città. Gallerie, cortili, scalinate, parcheggi sotterranei, portici, parchi collinari, scalinate verticali diventano terreno ideale per creare emozione e spettacolarità.
La gara si corre domenica 15 luglio 2012 a Torino con partenza e arrivo in piazza Castello. La competizione è aperta a tutti: professionisti, dilettanti, appassionati di mountain-bike e di sport. Per maggiori informazioni: http://www.verticalifeteam.it/news/view/torino_vertical_bike.
La Torino Vertical Bike è alla sua prima edizione ed è ideata e organizzata dall’Associazione Verticalife. Con la Torino Vertical Bike l’Associazione si delinea nel panorama torinese come la principale organizzatrice di eventi sportivi spettacolari e unici con ingredienti principali l’outdoor, il divertimento, la libertà e la voglia di stare insieme

Il 3 giugno a Torino è Bike Pride

Il 3 giugno a Torino è Bike Pride

27 maggio 2012 |

Domenica 3 giugno a Torino, giornata mondiale dell’ambiente e conclusione del festival Smart Cities, torna la parata di biciclette e di mezzi ecologici del Bike Pride. Si parte alle 15:00 dal parco del Valentino e ci si inoltra per la prima volta a Torino Nord, per tornare a festeggiare in Piazza Castello.

Sovvertendo ogni pronostico, Torino ha dimostrato di essere anche la città delle due ruote. Nelle due edizioni precedenti, più di 10.000 cittadini hanno inondato la città di biciclette e altri mezzi ecologici. La grandissima partecipazione ha sancito un momento di non ritorno per la città: mobilità sostenibile, sicurezza stradale, ridistribuzione degli spazi a favore della ciclo-pedonalità, qualità della vita, sono istanze che non possono più essere ignorate o sottovalutate. Istanze che negli ultimi mesi sono state riprese a livello nazionale e ribadite dalla campagna #salvaiciclisti (cui la Città ha formalmente aderito), nata per evidenziare e porre rimedio al triste primato di decessi sulle due ruote: 2600 morti e 40.000 feriti in soli 10 anni, solo in Italia. IL BIKE PRIDE continuerà la campagna nazionale che il 28 aprile ha portato a Roma 50.000 persone!

La bicicletta in città, come ci insegna gran parte d’Europa, è sinonimo di civilità, di sostenibilità, di sicurezza stradale e di vivibilità e vogliamo ribadirlo con una parata d’orgoglio a due ruote. Dimostriamo all’amministrazione che vogliamo cambiamenti concreti, inondiamo la città di Biciclette e festeggiamo civilmente e pacificamente su migliaia di biciclette scampanellanti! E’ una sfida difficile il cui senso e la cui credibilità dipenderà dalla partecipazione di tutti! www.bikepride.it

 

Nuova pista ciclabile tra Torino e Borgaro

3 novembre 2011 |

Il Comune di Torino ha approvato il progetto definitivo per un nuovo tratto di pista ciclabile che sorgerà tra il capoluogo, Borgaro e Settimo. Il percorso si svilupperà per circa 850 metri lungo la strada comunale del Villaretto e si innesterà nel Comune di Borgaro con la pista ciclabile già esistente proveniente dalla Cascina Santa Cristina. L’opera metterà quindi in collegamento il quartiere del Villaretto con la rete extracomunale già esistente e costerà alla città 110 mila euro, reperiti attraverso i finanziamenti ministeriali al Prusst.

L’opera è compresa nell’ambito del progetto “Tangenziale Verde”, un’area cuscinetto tra i comuni di Borgaro, Settimo Torinese e Torino, che prevede la creazione di un parco intercomunale di connessione tra parchi urbani e regionali con relative opere di difesa idraulica, il recupero del comprensorio dei laghi di cava di Torino e Borgaro, 40 km complessivi di percorsi ciclopedonali e la definizione di aree da destinare alla rilocalizzazione di attività produttive.
La Tangenziale Verde comprenderà il territorio metropolitano tra i torrenti Stura e Malone per un totale di 2.800.000 m², collegando il Parco del Po Torinese con il Parco regionale La Mandria.

Tratto da: http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=108853


A San Salvario si vince sostenibile

A San Salvario si vince sostenibile

26 ottobre 2011 |

L’associazione culturale no-profit PLUG, in occasione di Paratissima, propone un contest interamente dedicato agli abitanti del quartiere di San Salvario a Torino. L’obiettivo: dimostrare come le azioni di tutti i giorni sono alla base di uno stile di vita sostenibile e al contempo possono tradursi in un risparmio concreto.
“EVERYDAYHEROES” (questo il nome del concorso) raccoglierà la voce dei cittadini chiamati a descrivere su apposite cartoline le loro azioni sostenibili: piccoli gesti per trasformarsi in “eroi”. In palio per i vincitori una bicicletta rimessa a nuovo, alcuni abbonamenti ToBike e altri premi, i quali sono essi stessi un messaggio contro gli sprechi e a favore del trasporto a basso impatto ambientale.
Il contest vi aspetta alla Casa del Quartiere in via Morgari 14 a Torino dal 2 al 6 novembre e sul web: http://www.plugcreativity.org/

ToBike anche in periferia

ToBike anche in periferia

14 settembre 2011 |

Con quasi 60 stazioni, 13 mila abbonati e 3 mila prelievi giornalieri, per il bike sharing torinese è giunto il momento di espandersi e uscire dal centro. Dal prossimo anno infatti sarà presente anche nelle zone periferiche della città con 57 nuove stazioni: 24 sono in lavorazione, 27 da definire, altre 6 in attesa che si risolvano alcuni problemi tecnici. La loro collocazione verrà valutata con le relative circoscrizioni, come ha annunciato l’assessore all’Ambiente Enzo Lavolta,  tenendo conto delle necessità delle diverse zone e dei flussi di traffico previsti.

L’idea è quella di realizzare le stazioni a non più di 300-400 metri di distanza una dall’altra e di far seguire all’espansione la logica dei cerchi concentrici. L’obiettivo, naturalmente, è collegare meglio le zone periferiche con il centro, anche per mezzo di una rete che consenta ai cittadini di scegliere un mezzo pulito come la bicicletta per gli spostamenti quotidiani, magari in sinergia con i mezzi pubblici.