Steve Della Casa ricorda Libero De Rienzo dai canali del Torino Film Festival

Steve Della Casa ha voluto ricordare Libero De Rienzo, scomparso oggi a 44 anni, dai canali del Torino Film Festival: Leggi tutto “Steve Della Casa ricorda Libero De Rienzo dai canali del Torino Film Festival”

Racconti di cinema, i personaggi della cultura raccontano il loro rapporto con la settima arte

Prenderà il via lunedì 11 marzo, presso la Sala Movie di Via Cagliari 42, la rassegna di appuntamenti mensili “Ricordi di cinema e di vita” promossa da Film Commission Torino Piemonte e condotta dal critico Leggi tutto “Racconti di cinema, i personaggi della cultura raccontano il loro rapporto con la settima arte”

Nessuno ci può giudicare di Steve Della Casa, Chiara Ronchini #TFF34

Una pennellata colorata su un periodo storico fondamentale per il nostro Paese. Questo è a mio avviso Nessuno ci può giudicare, con cui Steve Della Casa e Chiara Ronchini analizzano gli anni ’60 italiani partendo dai “musicarelli”. Leggi tutto “Nessuno ci può giudicare di Steve Della Casa, Chiara Ronchini #TFF34”

Della Casa a #Venezia73 con “Perché sono un genio! Lorenza Mazzetti”

Ci sarà anche Steve Della Casa alla Mostra di Arte Cinematografica di Venezia73 (che ricordo è diretta da Alberto Barbera), che oggi ha presentato il suo programma. Della Casa sarà nella sezione Venezia Classici Leggi tutto “Della Casa a #Venezia73 con “Perché sono un genio! Lorenza Mazzetti””

Venanzio Revolt, il doc che racconta la storia di Lorenzo Ventavoli… per voce sua

Scopro dell’uscita a breve di “Venanzio Revolt – I miei primi ottant’anni di cinema”, un doc che racconta la storia di Lorenzo Ventavoli e di conseguenza quella di buona parte del cinema torinese ed italiano degli ultimi 80 anni. Leggi tutto “Venanzio Revolt, il doc che racconta la storia di Lorenzo Ventavoli… per voce sua”

Torino Film Festival, le solite beghe sabaude per la scelta del nuovo direttore

Ormai è diventata un’abitudine. Alla scadenza di un mandato, la scelta del nuovo direttore del Torino Film Festival (ma anche di tutti gli altri enti culturali meritevoli in cui Regione e Comune mettono becco) diventa occasione di scontro tra le parti e porta alla luce vecchie  nuove ruggini.

Era già successo all’arrivo di Nanni Moretti (ricordate il delirio di quei giorni con l’abbandono di Gianni Rondolino) e poi di nuovo con Gianni Amelio.
Ora siamo alle solite.
Figuraccia con Gabriele Salvatores e spaccature interne. Leggi tutto “Torino Film Festival, le solite beghe sabaude per la scelta del nuovo direttore”