Quantcast
Kindle Paperwhite: alla ricerca dell’e-book reader definitivo

Penso che il libro di carta sia ancora la tecnologia più versatile per essere consumata ovunque, tuttavia è innegabile che, moda a parte, l'arco del libro elettronico abbia molte frecce nella sua faretra che non varrebbe neppure la pena citare non fosse che questa questione oziosa rappresenta per molti un deterrente spesso superstizioso. Lo spazio che occupa, la facile fruibilità dei contenuti, la leggerezza e le potenzialità multimediali (che pur essendo state mostrate da Apple hanno dei costi rispetto alla domanda che non facilitano lo sviluppo in questa direzione) sono alcuni dei suoi atout. Ciononostante il libro cartaceo, ad esempio, finisce per costare di meno nel momento in cui può essere passato di mano in mano e facilmente condiviso, non ha bisogno di batterie cariche e può essere letto ovunque senza stancare gli occhi.

Se fino ad ora a rendere complicato l'uso dell'e-book poteva entrare in ballo la scarsa leggibilità del tablet all'aperto e la poca attrattiva di quello a matrice monocromatica passiva, il modello che sta per essere introdotto anche nel nostro paese da Amazon ha trovato una tale conferma da parte dei nostri lettori da poter permettere la soddisfazione degli ordini solo poco prima di Natale. Il paese che sembra leggere di meno in Europa sembra avere dalla sua i più innovativi fra i lettori e quindi Amazon ha deciso di annoverarlo fra quelli per cui una macchina così raffinata come il Kindle Paperwhite meritano di poterla ricevere per primi.

Innanzitutto fermiamo l'attenzione sul nome che dice già di per sé tutto quello che c'è da dire: un e-book reader dotato di pagine bianche smaglianti e luminose.

Tuttavia la tecnologia che adotta consente di

  • leggerlo altrettanto bene all'interno come all'esterno
  • senza che all'interno appaia sbiadito e neppure che all'esterno venga oscurato dalla luce
  • grazie al fatto che riceve la luce dall'alto al basso pur essendo di per sé luminoso, senza aggredire gli occhi

Come possiamo notare dalle immagini qua sotto, Amazon ha fatto un lavoro straordinario per il suo nuovo Kindle il cui principale valore sta tutto nel brevetto.

Kindle Paperwhite

Tecnologia del Kindle Paperwhite

 

Infatti questo e-book reader non è destinato ai lettori mordi e fuggi per cui i reader si prestano particolarmente, come i consumatori di manualistica o riviste.

Neppure è fatto per gli utilizzatori eclettici, che fanno bene ad orientarsi verso tablet iPad o Android, come pure i prossimi Windows, oppure verso un phablet come il Galaxy Note a me particolarmente caro per questo tipo di utilizzo.

Paperwhite non ha un processore particolarmente veloce, la memoria è ridotta a 2 GB, non ha l'audio, non è leggerissimo anche se pesa la metà di un tablet e a parte leggere libri e un browser rudimentale non offre nulla di più di un'ottima visione (anche grazie alla sua particolare densità) in tutte le situazioni che non pesa minimamente per chi lo usa per leggere ore e ore.

Se osserviamo questa immagine che lo paragona con un Kindle tradizionale, oltre alla differenza di prezzo, non può non saltarci agli occhi la diversa qualità dello schermo.

Amazon spinge sempre di più sul modello del Cloud come soluzione per l'archiviazione che supera l'idea di mantenere il maggior numero di libri sulla macchina, risultando facilmente fruibili per essere scaricati dal negozio senza spenderci più niente in qualunque momento.

In definitiva, non è il reader per consumatori di musica o di videogiochi che potranno trovarsi a loro agio con il Kindle Fire HD o magari con il prossimo iPad Mini in procinto di essere messo in vendita da Apple a partire da 250€ con una ricca alta tecnologia e maggiore archiviabilità per questi scopi.

Tuttavia è il prodotto ideale per conciliare il trauma della separazione dal libro di carta. Un prodotto che non potrà non essere amato dai lettori classicisti, dagli amanti della pagina e dell'inchiostro a cui potrà mancare solo più la pur importante parte olfattiva e quella tattile. Un'altra buona idea di Bezos & co. che sicuramente avrà successo fra quelli che amano sprofondare nei propri romanzi e passarci le notti o i fine settimana.

“Just another service provided by your friendly neighborhood UserFriendly!”

 

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram