Quantcast

Ecco chi sono  stati nel 2004 i paesi beneficiari della Politica Agricola Comune:

22% Francia
15% Spagna
14%
Germania
12% Italia
9% Regno Unito
6% Grecia
4% Irlanda
18% altri 18 paesi

 

Sarebbe anche interessante sapere chi sono coloro che percepiscono l'assegno da €700,000 all'anno. Alcune  informazioni ci sono, si sa per esempio che tra essi dovrebbe esserci Carlo, il  principe  di  Galles, il duca di Westmister, probabilmente l'uomo piu` ricco d'Inghilterra, ed alcune societa` agroindustriali francesi. Ora il vice presidente della commissione europea l'estone  Siim Kallas sta spingendo i paesi a pubblicare la lista dettagliata di chi prende i soldi. Speriamo che abbia successo.

http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/europe/4407792.stm

http://europa.eu.int/comm/commission_barroso/kallas/transparency_en.htm

http://www.euractiv.com/Article?tcmuri=tcm:29-146826-16&type=News

Ecco chi sono  stati nel 2004 i paesi beneficiari della Politica
Agricola Comune:

22% Francia
15% Spagna
14%
Germania
12% Italia
9% Regno Unito
6% Grecia
4% Irlanda
18% altri 18 paesi

 

Sarebbe anche interessante sapere chi sono coloro che percepiscono l’assegno da €700,000 all’anno. Alcune  informazioni ci sono, si sa per esempio che tra essi dovrebbe esserci Carlo, il  principe  di  Galles, il duca di Westmister, probabilmente l’uomo piu` ricco d’Inghilterra, ed alcune societa` agroindustriali francesi. Ora il vice presidente della commissione europea l’estone  Siim Kallas sta spingendo i paesi a pubblicare la lista dettagliata di chi prende i soldi. Speriamo che abbia successo.

http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/europe/4407792.stm

http://europa.eu.int/comm/commission_barroso/kallas/transparency_en.htm

http://www.euractiv.com/Article?tcmuri=tcm:29-146826-16&type=News

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram