Quantcast

Aruba e il web piemontese e torinese

29 aprile 2011 | ,

L’internet italiana è in difficoltà per il principio d’incendio nella server farm di Aruba ad Arezzo che ha “spento” una grande quantità di siti internet in Italia.

  • Causa principio di incendio nella serverfarm principale si è attivato l’energit poweroff togliendo energia alla struttura
  • Sono in corso le verifiche e le operazioni di messa in sicurezza della zona. seguiranno aggiornamenti.
  • Aruba: il principio di incendio ha coinvolto la zona degli ups senza intaccare le sale dati.
  • A seguito del principio di incendio sulle batterie degli UPS, confermiamo che le macchine server e le sale dati non hanno subito alcun danno

 

E’ bastato un principio di incendio nella sede della webfarm di Aruba, azienda aretina leader per i servizi internet che milioni di siti sono dalle 4 di stamani in black out. E così anche la posta elettronica. Per precauzione è stato tutto spento e quindi la stragrande maggioranza di siti web italianio e non solo che si servono da Aruba oggi pare dovranno aspettare un po’ prima di rivedersi on line. L’azienda attraverso il proprio post su Twitter fa sapere intanto che «il principio di incendio ha coinvolto la zona degli ups senza intaccare le sale dati». Ovviamente fioccano sui social network le polemiche dei clienti di Aruba ed i commenti “velenosi”.

Molti siti di aziende piemontesi e torinesi sono finiti fuori dalla rete: quali sono i pensieri e le reazioni dei loro gestori ? A voi i commenti su quanto accaduto ad Arezzo che però coinvolge “glocalmente” molti anche nella nostra regione …

Condivisioni in rete di informazioni sui tram torinesi

28 aprile 2011 |

Il post parla di Opendata a Torino

A Torino un primo passo è stato fatto. In occasione dell’evento biennale della democrazia la Città di Torino e le società GTT e 5T hanno diffuso le istruzioni per accedere ad alcuni database e si è tenuto l’Open data contest: un concorso in cui si invitavano cittadini, studenti, informatici o “smanettoni” a creare collegamenti e inventare nuove applicazioni.
Basta guardare applicazioni in giro per il mondo per capire quante idee possano diventare servizi utili o anche interessanti rilevazioni statistiche. Non ci vorrà molto ad ottenere applicazioni che ci diranno, per esempio, se in un preciso momento e luogo sia più conveniente, per andare in centro, prendere il tram 4 o l’autobus 23 o una bici del bike sharing o farci dare un passaggio da un socio del carpooling. E sulla diffusione di simili servizi la disponibilità a condividere i dati sarà essenziale.

Approvata in Piemonte la legge di promozione del wifi libero e gratuito

21 aprile 2011 | ,

Il Consiglio regionale ha approvato la legge di promozione del wifi libero e gratuito : interventi a sostegno della realizzazione di servizi di accesso Wi-Fi gratuiti e aperti. il Piemonte è la prima regione d’italia a dotarsi si una legge con obiettivi del genere.
La legge prevede: l’erogazione di contributi e voucher ai soggetti che offrono a terzi un servizio di accesso Wi-Fi; l’installazione di access point pubblici ad accesso gratuito presso ogni sede della Regione; la promozione della conoscenza dei servizi di accesso Wi-Fi gratuiti.
Il testo della legge
(altro…)

La presentazione di Torino Digitale in video

4 aprile 2011 | ,

Il 4 aprile alle ore 11.30 al Circolo dei Lettori di Via Bogino 9 a Torino sarà presentata Torino Digitale. Torino Digitale un comitato a cui hanno aderito esponenti del mondo delle professioni, dell’accademia, dell’informazione accomunati da uno scopo: fare di Torino la prima città italiana al passo con l’Agenda Digitale europea.

La registrazione video della presentazione

Le 10 domande ai candidati sindaci di Torino.
(altro…)

Per una Torino Digitale, per un Piemonte digitale

4 aprile 2011 |

Torino Digitale è un nuovo blog di Quotidiano Piemontese dedicato ai fatti, agli eventi, alle iniziative, alle discussioni sul digitale a Torino.
Un’area dedicata agli addetti ai lavori, ai cittadini a tutti quelli che hanno a cuore lo sviluppo del mercato digitale e di Internet in tutte le forme a Torino.
Speriamo che in poco tempo nascano altri blog in tutte le province piemontesi: Asti Digitale, Cuneo Digitale, Novara Digitale …