Quantcast
Federico Faggin l’inventore di microprocessore, touchpad e touchscreen ospite al Politecnico di Torino martedì 15 ottobre

Martedì 15 ottobre alle ore ore 17:30 Federico Faggin conosciuto in tutto il mondo come l’inventore del microprocessore sarà ospite dell’ aula Magna del Politecnico di Torino in Corso Duca degli Abruzzi, 24.

Di origine vicentina, Federico Faggin è stato l’artefice di un gran numero di realizzazioni tecnologiche d’avanguardia. Nel 1961, presso Olivetti, ha progettato e in parte costruito un calcolatore elettronico sperimentale a transistori. Dopo la laurea, nel 1968, ha sviluppato i processi di fabbricazione per circuiti integrati, tra cui il MOS Silicon Gate Technology ancora oggi in uso.

A partire dal 1971 si è dedicato alla progettazione di circuiti integrati, tra cui il primo microprocessore al mondo, l’Intel 4004. Nel 1982 ha fondato la Cygnet Technologies, azienda che nel 1984 ha prodotto un sistema pionieristico di voce-dati e di posta elettronica per il personal computer, mentre nel 1986, con la Synaptics, ha progettato alcuni chips con reti neurali artificiali, il Touchpad nel 1994 e il Touchscreen nel 1998, dispositivi che hanno rivoluzionato l’interfaccia uomo-macchina nelle apparecchiature mobili.

Faggin ha ricevuto decine di riconoscimenti e onorificenze in tutto il mondo, tra cui 8 lauree ad honorem, il Kyoto Prize for Advanced Technology (1997), il Lifetime Achievement Award dalla European Patent Organization (2006), e la 2009 National Medal of Technology and Innovation, consegnatagli dal Presidente Barack Obama alla Casa Bianca nel 2010.

Dal 2011 si sta dedicando a tempo pieno allo studio della consapevolezza attraverso la Federico and Elvia Faggin Foundation, una fondazione non-profit creata insieme alla moglie.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram