Quantcast

L’associazione culturale torinese Plug organizza giovedì 4 aprile dalle ore 15.00 alle 18.00 presso il Teatro Vittoria di Torino in collaborazione con Biennale Democrazia la seconda edizione della conferenza ”Serve essere eroi?”.  Paula&Aart, FF3300, Toormix e ONLAB, graphic designer di fama internazionale nonché quattro tra i tredici giurati della terza edizione del concorso Posterheroes conclusasi il 18 febbraio scorso, prenderanno parte alla conferenza portando in città il proprio contributo al fine condiviso di una parziale restituzione dell’immenso patrimonio di idee e suggestioni in campo artistico, tecnico e sociale, di cui l’associazione beneficia ogni anno come organizzatrice del contest.
A chiusura dell’evento verranno infatti annunciati i 40 poster selezionati e i vincitori della terza edizione di Posterheroes. Il bando, al quale la comunità creativa internazionale ha risposto con ben 887 poster inviati provenienti da 59 nazioni diverse, si poneva l’obiettivo di convogliare l’attenzione dei creativi di tutto il mondo attorno a quattro dei temi proposti dalla Comunità Europea come indicatori per una Smart City. Produzione, salute, mobilità e vita pubblica nelle città; questi i quattro filoni attorno ai quali si è svolto il contest di comunicazione sociale.
Nella giornata del 5 aprile, attraverso la sperimentazione di differenti approcci alla grafica, come serigrafia, la volatilità degli inchiostri a laser e la precisa casualità dei caratteri mobili, i partecipanti si troveranno a liberare la città industriale dalle gradazioni di grigio vestendola delle infinite combinazioni di colori.

L’associazione culturale torinese Plug organizza giovedì 4 aprile dalle ore 15.00 alle 18.00 presso il Teatro Vittoria di Torino in collaborazione con Biennale Democrazia la seconda edizione della conferenza ”Serve essere eroi?”.  Paula&Aart, FF3300, Toormix e ONLAB, graphic designer di fama internazionale nonché quattro tra i tredici giurati della terza edizione del concorso Posterheroes conclusasi il 18 febbraio scorso, prenderanno parte alla conferenza portando in città il proprio contributo al fine condiviso di una parziale restituzione dell’immenso patrimonio di idee e suggestioni in campo artistico, tecnico e sociale, di cui l’associazione beneficia ogni anno come organizzatrice del contest.
A chiusura dell’evento verranno infatti annunciati i 40 poster selezionati e i vincitori della terza edizione di Posterheroes. Il bando, al quale la comunità creativa internazionale ha risposto con ben 887 poster inviati provenienti da 59 nazioni diverse, si poneva l’obiettivo di convogliare l’attenzione dei creativi di tutto il mondo attorno a quattro dei temi proposti dalla Comunità Europea come indicatori per una Smart City. Produzione, salute, mobilità e vita pubblica nelle città; questi i quattro filoni attorno ai quali si è svolto il contest di comunicazione sociale.
Nella giornata del 5 aprile, attraverso la sperimentazione di differenti approcci alla grafica, come serigrafia, la volatilità degli inchiostri a laser e la precisa casualità dei caratteri mobili, i partecipanti si troveranno a liberare la città industriale dalle gradazioni di grigio vestendola delle infinite combinazioni di colori.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: