Quantcast

Il master in giornalismo di Torino intitolato a Giorgio Bocca

14 gennaio 2013 |

Il Master in Giornalismo dell’Università di Torino verrà intitolato a Giorgio Bocca, a poco più di un anno dalla sua scomparsa. La cerimonia si terrà il 16 gennaio dalle ore 10, nell’Aula Magna del Rettorato. Porteranno i loro saluti il prorettore Sergio Roda, il sindaco Piero Fassino, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte Alberto Sinigaglia, il direttore del Master Gian Paolo Caprettini e Giovanni De Luna per l’Istituto storico della Resistenza.

Lo scippo di Piazza Italia al Salone del Libro

20 dicembre 2012 |

Anita Molino presidente Fidare scrive a Rolando Picchioni  Presidente della Fondazione del Libro di Torino

On. Rolando Picchioni, Presidenza Fondazione del Libro di Torino
e, p.c.
On. Piero Fassino, Sindaco di Torino
On. Roberto Cota,  Presidenza Regione Piemonte
Dr. Antonio Saitta, Presidenza Provincia di Torino

Torino, 19 Dicembre 2012

Oggetto: Attribuzione indebita dell’idea di Piazza Iitalia all’interno del Salone del Libro di Torino
Gentile Onorevole,
oggi ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione del Salone del Libro di Torino 2013. In questa cornice Lei ha annunciato l’idea di creare uno spazio dedicato alle piccole editrici, un’agorà che è stata nominata Piazza Italia. Ora, a nome di Fidare, la Federazione Italiana degli Editori Indipendenti, di cui sono presidente, Le chiedo come è stato possibile avere l’idea di far vostro un nome  – Piazza Italia – che ha già designato per 10 (dieci) anni appunto uno spazio per dare visibilità alle piccole realtà editoriali. Fidare ha ideato quest’agorà nel 2002, le ha dato forma e nome – Piazza Italia – e l’ha gestita per 10 anni.

Sempre inserita nel programma ufficiale del Salone, con uno stand minimo di 64 mq e dotata di cartelloni visti da centinaia di migliaia di persone, Piazza Italia ha organizzato eventi che hanno visto protagoniste piccole realtà editoriali nella misura di 10 al giorno per 5 giorni. Il che fa circa 50 eventi per ogni edizione. (altro…)

La verità sul Self Publishing

La verità sul Self Publishing

18 dicembre 2012 |

Pubblichiamo un interessante approfondimento da parte di Barbara Cesa

Negli ultimi due anni  il fenomeno del self Publishing ha subito una notevole evoluzione. Il più grande merito che gli si deve riconoscere è quello di aver contribuito a far diminuire, sempre di più, la figura delle case editrici a pagamento, che chiedevano al malcapitato aspirante scrittore di turno fino a 3000 euro per vedere stampato il proprio sogno nel cassetto.

Grazie ai primi siti di self Publishing come ilmiolibro, del gruppo l’espresso, e lulu gli autori con la sola stampa di una copia hanno potuto mettere in vetrina i propri romanzi, o saggi, senza sborsare cifre folli. Naturalmente questo non serviva per vendere, se non a parenti o amici. Inoltre l’esempio del ilmiolibro fa capire che non si punta alla qualità delle opere inserite nei cataloghi, basti pensare che si può salire in classifica non solo vendendo i propri, ma anche acquistando i romanzi degli altri, cosa che dovrebbe almeno far riflettere.

Successivamente gli scrittori hanno potuto dare maggiore visibilità alle loro opere grazie a dei nuovi tipi di siti di self Publishing che, oltre alla stampa, hanno iniziato a offrire anche la distribuzione vera e propria in tutti i maggiori store on line, e la possibilità di ordinare i titoli dei loro cataloghi nelle più importanti librerie italiane. (altro…)

Oscar Green 2012: due aziende agricole piemontesi finaliste a Roma

Oscar Green 2012: due aziende agricole piemontesi finaliste a Roma

28 settembre 2012 |

Sono due i finalisti piemontesi che concorreranno all’assegnazione di Oscar Green 2012 il prestigioso premio della Coldiretti alle imprese giovani più innovative, con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. Si tratta dell’azienda agricola “Essenza del bambù” di Andrea De Magistris di Cravanzana in provincia di Cuneo che coltiva il bambù. Crea estratti da foglie di bambù, capaci di trasformarsi in tisane senza eccitanti, dolci ai palati dei bimbi, che oggi sono in grado di soddisfare una interessante richiesta di mercato. Così nascono cosmetici all’estratto di bambù, ma anche vasetti di germogli per la ristorazione. (altro…)

Nel periodo luglio-agosto rallenta ulteriormente la vitalità del sistema imprenditoriale piemontese

Nel periodo luglio-agosto rallenta ulteriormente la vitalità del sistema imprenditoriale piemontese

10 settembre 2012 |

La crisi continua a rallentare, senza tuttavia arrestare la vivacità del sistema imprenditoriale piemontese. In base ai dati del registro delle imprese delle Camere di commercio piemontesi, che rappresentano da sempre un punto di osservazione privilegiato dell’economia locale, nel bimestre luglio-agosto 2012 a fronte di 3.458 iscrizioni ci sono state 3.123 cessazioni, per un saldo positivo pari a 335 imprese, che si traduce in un tasso di crescita dello 0,07%. “La crisi sta progressivamente erodendo la capacità di resistenza di tantissime nostre imprese, anche se non spegne la voglia d’impresa di tanti piemontesi. L’elevato numero di cessazioni e, soprattutto, il rallentamento della dinamica espansiva registrato nella nostra regione nel periodo estivo suona come un campanello d’allarme delle condizioni difficili in cui sta vivendo il Paese e dello stato d’animo di incertezza dei nostri imprenditori. In questo contesto, si rendono ancora più urgenti le misure per la crescita che il Governo ha in programma di attuare, anche con l’obiettivo di ridare fiducia ai cittadini e agli imprenditori” ha commentato il presidente di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello. (altro…)

La storia di Roberta Florio, affetta da cprs e portatrice di pacemaker midollare ricaricabile che non è portatrice di handicap per la commissione medica

La storia di Roberta Florio, affetta da cprs e portatrice di pacemaker midollare ricaricabile che non è portatrice di handicap per la commissione medica

5 settembre 2012 |

Roberta Florio di Curino in Provincia di Biella ci scrive allegando la dovuta documentazione clinica e previdenziale. La commissione medica dell’ASL di Biella ai sensi dell’art.4 della legge 05 febbraio 1992 n.104  la ha riconosciuta  non portatore di handicap …

Ecco la mia storia quella di un non riconoscimento della mia malattia da parte dell’INPS di Biella. Per loro  sono sana e non mi vedono nessun handicap.Ho 36 anni ,sono affetta da cprs e portatrice di pacemaker midollare ricaricabile. Per la situazione avevo fatto pubblicare sul giornale il Biellese un articolo il 2 0marzo e cosi almeno mi diedero la possibilità di fare ricorso poichè, senza articolo per me non c’era neanche la possibilità di visita di ricorso.

Sono malata ,il pacemaker spegne il dolore cronico ,non posso più per tutta la vita sollevare pesi ,alzare le braccia e flettere la schiena altrimenti aghi e cateteri nel midollo si spaccano!

Secondo l’INPS non ho nessun handicap, ma mi ricarico una volta alla settimana alla corrente per 2 ore

Chiedo aiuto mi stanno proprio prendendo in giro.

A Torino a settembre due presentazioni di Pubblico, il nuovo giornale di Telese

28 agosto 2012 |

A inizio settembre si terranno a Torino due presentazioni di Pubblico, il nuovo giornale diretto a Luca Telese. Le presentazioni saranno l’8 Settembre alla Festa della Fiom e il 13 Settembre alle 18.30 al al Circolo dei Lettori.

Il pasticciaccio di Italialavoro

5 agosto 2012 | , , ,

Riceviamo e pubblichiamo

Caro direttore, ricorda Italialavoro? Essa è l’agenzia tecnica del Ministero del Lavoro. Questa, seppur del Ministero del Lavoro, si regge quasi esclusivamente sui “collaboratori”. Sui precari, insomma. Quelli che a parole si dice di voler disincentivare e, uno dei tanti paradossi di questa azienda, quelli per i quali Italialavoro attua uno dei suoi progetti più grossi e importanti, Welfare to Work, e finalizzato proprio alla stabilizzazione dei lavoratori. Ecco, io vengo proprio da quel progetto. Lavoravo per cercare di stabilizzare lavoratori, mentre altri pensavano a come lasciarmi a terra. Si, perché a dicembre, grazie a Monti e Fornero, in centinaia se non di più l’azienda ci ha abbandonato. Fino a quel momento, di contratto in contratto, si riusciva a lavorare. Scusi,“collaborare”. Da dicembre non più, e collaboratori anche storici sono rimasti fuori, senza alcuna prospettiva. (altro…)

Missione possibile: papà a tempo pieno, la Regione Piemonte da un contributo economico per il congedo parentale

30 luglio 2012 | ,

La Regione Piemonte sta svolgendo una utile campagna per favorire il congedo parentale per i papà lavoratori dipendenti del settore privato. Per favorire le scelte dei genitori la Regione Piemonte mette a disposizione un contributo economico.

“InsIeme a PaPà” promosso dall’assessorato alle Pari opportunità della Regione Piemonte e realizzato con  il Dipartimento per la Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri propone un incentivo per occuparsi a tempo pieno dei propri figli e per stabilire, fin dai  primi mesi di vita, un legame speciale con entrambi i genitori. agevolando così  anche il rientro al lavoro delle donne che, troppo spesso, per problemi di conciliazione dei tempi con la famiglia, rinunciano alla carriera professionale.

Per maggiori informazioni rivolgersi alle Urp della Regione Piemonte

 

Il Piano di comunicazione relativo ai trasporti di combustibile nucleare irraggiato da Saluggia a La Hague

24 luglio 2012 | ,

L’assessore regionale all’Ambiente Roberto Ravello rispetto al transito in Piemonte di treni che trasportano scorie nucleari ha precisato in una nota che: “Le Prefetture, che ai sensi del decreto legislativo 230/95 sono i soggetti competenti nella predisposizione dei piani di informazione della popolazione, hanno predisposto un Piano di comunicazione relativo al programma di trasporti di combustibile nucleare irraggiato verso l’impianto di La Hague in Francia, pubblicato sui siti internet delle Prefetture stesse. Tale documento fornisce indicazioni sulle modalità di trasporto, sulle previsioni del piano di emergenza provinciale per il trasporto di combustibile irraggiato, sugli interventi di primo soccorso, sull’informazione alla popolazione e sulle norme di comportamento da tenere in caso di emergenza radiologica. La Regione Piemonte, pur in un contesto normativo che, in assenza dei decreti attuativi previsti dall’articolo 134 del decreto legislativo 230/95, non prevede la possibilità di effettuare un’informazione preventiva alla popolazione, ha comunque chiesto al ministero degli Interni di valutare la possibilità e l’opportunità di effettuare più puntuali campagne di informazione per la cittadinanza, ma al momento, tale richiesta non ha avuto risposta. Pertanto, ribadendo che la Regione ha fatto quanto rientrava nelle sue competenze, auspico una piena assunzione di responsabilità affinché strumentalizzazioni e speculazioni non pregiudichino, esasperando il clima, le fondamentali operazioni di smantellamento dei siti nucleari presenti nella nostra Regione, finalizzate alla loro definitiva messa in sicurezza”.

Ecco il Piano di Comunicazione (altro…)