Quantcast
La campagna solidale al numero 45594 di For a Smile Onlus  in aiuto ai bambini a rischio povertà in Italia

La campagna solidale al numero 45594 di For a Smile Onlus  in aiuto ai bambini a rischio povertà in Italia

7 febbraio 2016 | ,

Fino al 14 febbraio continua la raccolta fondi e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica di For a Smile Onlus, associazione torinese che proprio nel 2016 festeggia 10 anni di vita. (altro…)

Malati non autosufficienti curarsi a casa è un diritto: un convegno a Torino

Malati non autosufficienti curarsi a casa è un diritto: un convegno a Torino

5 febbraio 2016 | ,

Si terrà lunedì 8 febbraio 2016, dalle ore 18.00 alle ore 20.00, presso la Gam via Galileo Ferraris 30, Torino, la conferenza Malati non autosufficienti curarsi a casa è un diritto. (altro…)

Come mi candido: a Torino una serie di incontri sugli strumenti utili alla ricerca attiva del lavoro 

Come mi candido: a Torino una serie di incontri sugli strumenti utili alla ricerca attiva del lavoro 

16 gennaio 2016 | , , ,

Il Centro InformaGiovani del Comune di Torino organizza degli incontri, per giovani con età tra i 18 ed i 35 anni già in possesso di un curriculum, per offrire l’occasione di esaminare le modalità e gli strumenti (altro…)

Un nuovo pulmino per la Mobilità Etica Sostenibile a Torino

Un nuovo pulmino per la Mobilità Etica Sostenibile a Torino

23 luglio 2015 | , ,

L’associazione Croce Etica Onlus nel corso di una cerimonia che si terrà giovedì 23 luglio in Corso Lombardia 115 alle 17.00, alla presenza del Presidente di Circoscrizione Rocco Florio e del Coordinatore della IV Commissione Giuseppe Agostino, riceverà in consegna un nuovo pulmino da mettere a disposizione della Organizzazione di Volontariato per il trasporto di persone anziane e disabili. (altro…)

Come fare per avvistare la Costa Concordia in arrivo a Genova, la mappa della posizione in diretta

Come fare per avvistare la Costa Concordia in arrivo a Genova, la mappa della posizione in diretta

26 luglio 2014 | ,

costa-concordia-tramontoMolti piemontesi sono in Liguria per le vacanze e oggi avranno una attrazione ulteriore, la presenza in mare della della Costa Concordia che sta arrivando a Genova per la sua demolizione dopo il terribile naufragio del 13 gennaio 2012 all’Isola del Giglio e le successive operazioni per la messa in mare della nave. La nave è oramai nel porto di Genova. Utilizzando la mappa che rappresenta la posizione della Costa Concordia aggiornata in tempo reale, potete capire dpve si trova il relitto della nave in arrivo. Youreporter sta trasmettendo in streaming l’arrivo della nave nel porto di Genova. Se siete in zona mandateci le vostre foto della Costa Concordia (altro…)

Cari Chiamparino e Crosetto: non ricandidate alle Regionali i consiglieri rinviati a giudizio

17 gennaio 2014 | , , ,

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta di un giovane imprenditore, Edoardo Lombardo,  rivolta a Sergio Chiamparino e Guido Crosetto, probabili sfidanti alle prossime elezioni regionali in cui si , chiede che si impegnino a non ricandidare i consiglieri rinviati a giudizio. Edoardo Lombardo, classe ’91, è laureando in giurisprudenza con specializzazione in Internet e Competition Law. Oggi è amministratore delegato di Edizioni Retrò Srl, la società con cui ha fondato Retrò Online, quotidiano universitario molto seguito in Piemonte.  (altro…)

Come donare fondi alla Croce Rossa per aiutare l’emergenza in Sardegna

Come donare fondi alla Croce Rossa per aiutare l’emergenza in Sardegna

20 novembre 2013 | , ,

croce-rossaLa Croce Rossa Italiana ha attivato la raccolta fondi per l’emergenza in Sardegna. Le donazioni saranno utilizzate dalla CRI per sostenere gli interventi di soccorso e sopperire alle esigenze della popolazione colpita dall’alluvione.
E’ possibile donare:
Mediante bonifico su conto corrente bancario
Codice IBAN: IT19 P010 0503 3820 0000 0200 208 , Intestato a: ” Croce Rossa Italiana, Via Toscana 12 – 00187 Roma” presso Banca Nazionale del Lavoro – Filiale di Roma Bissolati
Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 – Roma. Indicare la causale “Emergenza Sardegna” (Per donazioni dall’estero codice BIC/SWIFT: BNL II TRR)  (altro…)

Europa e euro, opportunità o schiavitù ?

4 novembre 2013 | , , ,

Lunedì 4 novembre alle ore 16, presso la Nuova Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, in Via di Campo Marzio 74, si svolgerà il Convegno “Europa e euro, opportunità o schiavitù?”. Interverranno Gustavo Piga, Gustavo Rinaldi, Sergio Cesaratto, Riccardo Bellofiore, Guido Iodice.

La diretta dell’evento

Il no profit si sente preso in giro dal ddl sull’abolizione al finanziamento pubblico dei partiti

4 giugno 2013 | , ,

Parità di trattamento nel finanziamento ai partiti e al mondo del non profit: “Il sistema del 2 per mille non può e non deve essere più vantaggioso del 5 o dell’8 per mille”. È netta la posizione di Edoardo Patriarca, deputato del Pd e presidente del Centro Nazionale per il Volontariato e dell’Istituto Italiano della Donazione, rispetto al ddl sull’abolizione al finanziamento pubblico dei partiti, che permetterà ai cittadini di destinare a partiti e movimenti politici  il 2 x 1000 della propria imposta sul reddito (Ire).“Se si deve aprire la frontiera del finanziamento ai partiti attraverso il due per mille, almeno ci siano pari diritti con gli strumenti che finanziano il mondo del non profit, che altrimenti sarebbe penalizzato –sottolinea -. Non devono esistere organizzazioni di serie A e organizzazioni di serie B”

Il decreto del governo prevede una detrazione pari al 52 per cento per gli importi compresi fra 50 euro e 5.000 euro annui e al 26 per cento (stessa percentuale di detrazione riservata per erogazioni alle onlus) per importi tra i 5.001 e i 20.000 euro. Proprio su questo punto e sulla mancanza di un tetto massimo (come avviene invece per il 5 per mille) Patriarca si dice contrario: “Rispetto al tetto e alle agevolazioni fiscali non è ammissibile che i partiti risultino soggetti molto tutelati, mentre le organizzazioni di Terzo settore, che fanno rappresentanza e cittadinanza, vengano ancora considerate irrilevanti sia politicamente che fiscalmente”. (altro…)

Il messaggio del presidente Napolitano per la festa della Repubblica

2 giugno 2013 | , ,

Il testo del messaggio

Rivolgo a voi tutti un cordiale saluto ed augurio per l’anniversario della nascita della nostra Repubblica. Lo celebriamo nel modo più sobrio, riducendo all’essenziale lo stesso omaggio che non può mancare alle forze armate che servono con onore, anche lontano dal paese, la bandiera nazionale e – con l’apporto del volontariato civile – la causa della solidarietà insieme con quella della sicurezza”. Così il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è rivolto agli italiani nel tradizionale videomessaggio in occasione della Festa Nazionale della Repubblica.

E’ giusto che in questa giornata del 2 giugno l’Italia dia di sé un’immagine di dignità, di consapevolezza, di volontà costruttiva. Viviamo con profonda preoccupazione il protrarsi e l’aggravarsi della recessione, la crisi diffusa, in molti casi drammatica, delle imprese e del lavoro. Ma diciamo a noi stessi, come all’Europa e al mondo, che a queste difficoltà non ci pieghiamo, che vi reagiamo convinti di poterle superare. Purché scatti uno sforzo straordinario di mobilitazione operosa e di coesione sociale, e insieme un impegno efficace e convergente di governo e Parlamento. E in effetti, ci si sta, in queste settimane, muovendo seriamente in direzioni nuove anche in Europa, dove ormai si impone all’ordine del giorno come problema numero uno quello del creare occasioni e prospettive di lavoro per vaste masse di giovani che ne sono privi.

In questo senso, per la crescita e l’occupazione non meno che per il risanamento finanziario, ognuno  deve fare la sua parte, perché è decisivo l’apporto di tutti. Vedete, se tocca ancora a me rivolgervi quest’anno il messaggio per il 2 giugno, è perché ho accettato – sollecitato da molte parti – l’onore e il peso di una rielezione a Presidente. Ma ho compiuto questo gesto di responsabilità verso il paese, confidando che le forze politiche, a cominciare da quelle maggiori, sappiano mostrarsi a loro volta responsabili. E il primo banco di prova sta nel discutere e confrontarsi tra loro liberamente ma con realismo e senso del limite, senza mettere a rischio la stabilità politica e istituzionale, in una fase così delicata della vita nazionale.

E quindi vigilerò perché non si scivoli di nuovo verso opposte forzature e rigidità e verso l’inconcludenza, né per quel che riguarda scelte urgenti e vitali di politica economica e sociale, né per quel che riguarda la legge elettorale e riforme istituzionali più che mai necessarie. Occorre recuperare fiducia nella politica e nelle istituzioni, dando risposte concrete soprattutto ai molti tra voi che vivono momenti duri e penosi e sono in allarme per il presente e per il futuro. Ad essi mi sento e resterò vicino.

Di qui al 2 giugno del prossimo anno, l’Italia dovrà essersi data una prospettiva nuova, più serena e sicura. Andiamo avanti con coraggio per potervi riuscire. Ancora un augurio. Viva la Repubblica !.