Quantcast
“Storia d’amore con gatto”, il libro che aiuta il gattile di Rivarolo

Si chiama “Storia d’amore con gatto” ed è un libro che ha una missione: aiutare il gattile di Rivarolo. Il progetto nasce con l’intento di aiutare l’associazione “Le Vibrisse” e richiamare l’attenzione sulla sua attività. Si tratta di un racconto lungo e due racconti brevi, dove il gatto è protagonista o tra i personaggi principali. Sono storie che possono essere lette da grandi e piccoli, “Storia d’amore con gatto” ha risvolti più romantici e forse adulti, mentre gli altri due racconti sono adattissimi ai ragazzini. L’autrice è la sempre attiva Manuela Chiarottino.

Per avere notizie sul gattile, acquistare il libro o altri gadget, ci si può recare a Rivarolo presso la casetta di Natale di c.so Torino il 14/12, mentre il 15 ci sarà un banco al fondo di via Ivrea nel mattino. I libri si potranno sempre trovare presso la Cartolibreria Nonsoloscuola in Corso Torino 101 a Rivarolo oppure ordinare on line su amazon.

L’Associazione “Le Vibrisse” nasce nel 2013 e da sempre si occupa di tutela degli animali sul territorio, in particolare dei gatti. Gestisce un rifugio temporaneo a Rivarolo Canavese (TO) e non usufruisce di alcun contributo pubblico. Vive di donazioni volontarie, dei mercatini locali a cui partecipa con il proprio banchetto benefico, dei proventi derivanti dal 5×1000 (a partire dal 2017). Ogni anno l’associazione recupera decine e decine di gatti abbandonati (da cuccioli piccolissimi bisognosi di essere allattati artificialmente notte e giorno a gatti anziani), gatti feriti vittime di incidenti, randagi malati e denutriti. L’associazione inoltre si occupa della sterilizzazione e del mantenimento di numerose colonie feline sul territorio (attualmente 8), portando loro il cibo e fornendo le cure veterinarie necessarie alla loro tutela e benessere. L’associazione è composta di soli volontari, che dedicano il proprio tempo e le proprie risorse ad una causa in cui credono con tutto il cuore.
Per ognuno dei gatti presi in carico, siano essi cuccioli o adulti, l’associazione cerca di trovare una famiglia amorevole disposta ad adottarli per la vita.

La situazione attuale conta ben 123 gatti adulti fisicamente in carico all’associazione (escluse le colonie feline), quotidianamente accuditi, nutriti e gestiti dai volontari; una parte del rifugio è dedicata ai gatti affetti da leucemia felina, che godono di un’area a loro riservata. Dal 2017 l’associazione è ufficialmente iscritta al registro delle ONLUS.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: