Quantcast
Tanti record ai Campionati Paralimpici di Atletica Leggera. Su tutti trionfa Assunta Legnante

L’attesa era tanta e i risultati non si sono fatti attendere. Come e forse anche più del previsto, i Campionati Italiani Paralimpici Assoluti di Atletica Leggera e Pentathlon, svoltisi a Torino dall’11 al 13 maggio, sono stati una sfida di altissimo livello per i partecipanti e una grande lezione di sport per tutti. Gli atleti italiani si sono imposti, con numerosi record e prestazioni di grande valore. C’è una storia in particolare che probabilmente resterà nella memoria di tanti Torinesi, un’avventura agonistica che ha tenuto col fiato sospeso il pubblico presente allo stadio Primo Nebiolo. L’atleta non vedente Assunta Legnante, della società sportiva Anthropos, ha battuto il record mondiale nel lancio del peso (categoria F 11-12), superando per ben due volte il vecchio record di 11,84 metri, con due straordinari lanci da 13,24 e 13,27 metri.

Come accade spesso alle persone disabili, nell’esperienza di Assunta Legnante dolore e forza d’animo si fondono in un tutt’uno inscindibile. Originaria di Frattamaggiore (Napoli), classe 1978,  quest’atleta ha fatto per molti anni parlare di sé nelle competizioni sportive più prestigiose al mondo. Non quelle paralimpiche, ma quelle per persone normodotate. Nel 2007 è stata campionessa europea indoor di getto del peso e olimpionica azzurra nel 2008 a Pechino (giusto per citare i successi più recenti). Ma ha dovuto da sempre lottare con un glaucoma congenito, che negli ultimi anni le ha fatto progressivamente perdere la vista, fino alla quasi totale cecità. Lei però non si è data per vinta: lo sport, che da sempre è la sua vita, continua a regalarle grandi gioie. A Torino Assunta ha fatto un vero exploit, andando oltre ogni più rosea aspettativa. Il suo ultimo lancio, quello da 13,27 metri, è stato accolto da un interminabile applauso di tutto lo stadio. Come se non bastasse, l’atleta ha battuto anche il record nazionale nel lancio del giavellotto femminile (categorie F 11-12-13): il suo lancio di 30,37 metri ha migliorato di ben 17 metri il precedente primato, che resisteva da 21 anni. A proposito di atleti azzurri,  vanno senz’altro ricordati due nuovi record europei nei 100 metri donne: Martina Caironi, classe T42 con 16”39 e Giusy Versace, classe T43 con 15”50.  Tutte prestazioni eccellenti, che si faranno ricordare per molto tempo.

Un’ampia sintesi dei Campionati Italiani Paralimpici Assoluti di Atletica Leggera e Pentathlon sarà trasmessa venerdì 18 maggio alle 12,05, durante la trasmissione di Rai Sport 1 Sportitalia.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram