Quantcast

Bisogna dire che fin da subito la metro di Torino è stata pensata con un occhio di riguardo per i disabili visivi: varco speciale riservato agli ipovedenti, pavimenti con percorsi guida in rilievo, doppie porte di sicurezza, annuncio vocale delle fermate. Si tratta di piccoli accorgimenti che possono rendere un po' più semplice la vita delle persone disabili e alla fine avvantaggiare tutti, aumentando la qualità del servizio. Un servizio che forse non è il migliore possibile (ad esempio i cartelli con le indicazioni stradali, es. " Uscita Porta Susa Stazione Ferroviaria" sono sistemati in alto e hanno caratteri piccoli), ma che sicuramente è già un buon punto di partenza. E da oggi la metro diventa ancora più accessibile.

Grazie a una collaborazione tra il Comune di Torino, l'Unione Italiana Ciechi e la società Infra.To, specializzata in infrastrutture per il trasporto, sono state migliorate informazione e segnaletica per persone cieche e ipovedenti all'interno della metro, con interventi anche nel tratto Porta Nuova – Lingotto, aperto l'anno scorso. Tra le migliorie, gli adesivi con l'indicazione delle uscite di superficie, sistemati sui tornelli per ipovedenti nell'atrio, sono stati sostituiti da targhe in alluminio con mappa tattile e indicazioni in braille. Un altro piccolo passo verso l'accessibilità totale.

Bisogna dire che fin da subito la metro di Torino è stata pensata con un occhio di riguardo per i disabili visivi: varco speciale riservato agli ipovedenti, pavimenti con percorsi guida in rilievo, doppie porte di sicurezza, annuncio vocale delle fermate. Si tratta di piccoli accorgimenti che possono rendere un po’ più semplice la vita delle persone disabili e alla fine avvantaggiare tutti, aumentando la qualità del servizio. Un servizio che forse non è il migliore possibile (ad esempio i cartelli con le indicazioni stradali, es. ” Uscita Porta Susa Stazione Ferroviaria” sono sistemati in alto e hanno caratteri piccoli), ma che sicuramente è già un buon punto di partenza. E da oggi la metro diventa ancora più accessibile.

Grazie a una collaborazione tra il Comune di Torino, l’Unione Italiana Ciechi e la società Infra.To, specializzata in infrastrutture per il trasporto, sono state migliorate informazione e segnaletica per persone cieche e ipovedenti all’interno della metro, con interventi anche nel tratto Porta Nuova – Lingotto, aperto l’anno scorso. Tra le migliorie, gli adesivi con l’indicazione delle uscite di superficie, sistemati sui tornelli per ipovedenti nell’atrio, sono stati sostituiti da targhe in alluminio con mappa tattile e indicazioni in braille. Un altro piccolo passo verso l’accessibilità totale.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , , , , ,