Quantcast
Belmond Afloat un ritrovo speciale in Francia a bordo di una crociera verso le 12 stelle

Belmond Afloat un ritrovo speciale in Francia a bordo di una crociera verso le 12 stelle

24 febbraio 2020 | ,

 

Belmond lancia il suo nuovo itinerario “Epicureo Borgogna: una crociera a 12 stelle a bordo della chiatta di lusso, “Belmond Napoléon”, 12 persone che viaggeranno all’insegna di itinerari affascinanti, magiche atmosfere, e perfette prelibatezze. Le tappe? Si percorre la Borgogna, il Beaujolais, Saint-Jean-de-Losne e Lione. Godetevi la completa panacea per una cifra  7.333 € a persona su base all inclusive.

 

 

La stagione 2020 inizia il 21 marzo e termina il 18 ottobre, ecco i gioielli di queste tappe:

 

SHINE TOUR; una stella Michelin

Situato a Beaune, Le Jardin des Rempart nella Costa d’Oro, lo chef è Christophe Bocquillon, propone una cucina stagionale e di provenienza locale.

 

All’Aux Terrasses, dallo chef stellato Jean-Michel Carrette. Situato nel centro di Tournus, Jean Michel è subentrato a suo padre in cucina nel 2005, ha innovato, e creato una cucina istintiva, usando tecniche ereditate e aggiungendo il suo talento con livelli pluripremiati di creatività e personalità. Il piccione affumicato è uno dei piatti inaspettati.

 

SCENARI MULTISENSORIALI; due stelle Michelin

 

La Côte Saint-Jacques di Jean-Michel Lorian, appena fuori Auxerre sul fiume Yonne. La cucina evoca piatti vivaci, che sorprendono, imprigionati nella loro squisita semplicità. Potete deliziarvi con piatti signature come la rosetta di aragosta e insalata di noci di palma fresca, o il noto semifreddo d’uovo con tartufi bianchi di Alba e lenticchie verdi di Puy.

 

MOMENTI INDIMENTICABILI: tre stelle Michelin

 

La Maison Lameloise, tre stelle Michelin, dell’Executive Chef, Eric Pras. Patrimonio borgognone, con le sue pietre a vista e le sue travi in ​​legno dal 1921. I piatti chiave includono una crostata di lumache della Borgogna, insalata fresca di giardino e verdure di stagione, aglio frizzante in salamoia e coulis di ortica che danno alla cucina della Borgogna un’atmosfera fresca e leggera.

 

Georges Blanc, tre stelle Michelin dal 1982, ha costruito la sua reputazione rivisitando i classici in uno stile impeccabile. Qui potete assaggiare l’eccezionale Bresse Chicken reinventato o una rielaborazione dei pancakes Vonnas.

 

L’ultimo giorno della crociera vi troverete a Lione, la cena finale avrà luogo presso il ristorante Paul Bocuse, degusterete la celeberrima zuppa di tartufo nero – creata per il presidente francese Valaery Giscard d’Estaing nel 1975.

 

Un incontro all’insegna del piacere

 

Oltre alle visite a sei ristoranti stellati Michelin, le visite includono una sosta allo storico Clos de Vougeot dove i monaci cistercensi hanno iniziato a produrre vino nel 12 ° secolo, un tour privato del favoloso Hotel-Dieu, avventurandosi dietro splendida facciata gotica per scoprire 500 anni di storia e tesori della Borgogna e crociere panoramiche attraverso i corsi d’acqua della Borgogna, compreso il fiume Saona.

 

Così con le sue tappe sublimi, quasi divine, per una settimana dimenticherete tutto, tranne di aver toccato il cielo in terra.

 

Belmond.com

 

 

Guida Michelin 2019

Guida Michelin 2019

16 novembre 2018 | ,

 16 novembre 2018, Parma  per la quarta volta consecutiva ha ospitato la presentazione della Guida Michelin, arrivata alla sua 64 esima edizione.

 


All’auditorium Paganini Momenti riservati agli chef stellati, e a chi tra di loro si guadagna la prima stella, ospiti, stampa internazionale, sono stati momenti di prestigio e di gioia, abbiamo scoperto tutte le novità e le conferme della celebre guida rossa più osannata.

Parliamo di novità, in primis gli applausi vanno a chi ha guadagnato le 3 stelle,  il ristorante dello chef Mauro Uliassi, dell’omonimo ristorante di Senigallia, confermano di avere una cucina che “vale il viaggio”, e quindi le  tre stelle Michelin.

I 3 Stelle

Piazza Duomo ad Alba (CN), Da Vittorio a Brusaporto (BG), St. Hubertus, a San Cassiano (BZ), Le Calandre a Rubano (PD), Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio (MN), Osteria Francescana a Modena, Enoteca Pinchiorri a Firenze, La Pergola a Roma, Reale a Castel di Sangro (AQ).

Sono 39 i ristoranti che “meritano due stelle” e quindi il viaggio.

29 new entry, per un totale di 318 i ristoranti dalla “cucina di grande qualità”, che merita la ambita stella. La regione più ricca di novità è il Piemonte, 5 new dove Antonino Cannavacciuolo brilla di bis di stelle a Torino, al Cannavacciuolo Bistrot Torino, con lo chef Nicola Somma, e a Novara, al Cannavacciuolo Cafè & Bistrot, con Vincenzo Manicone. Enrico Bartolini si guadagna una nuova stella, per la  Locanda del Sant’Uffizio Enrico Bartolini, a Cioccaro di Penango (AT), con lo chef Gabriele Boffa.

Al sud brilla la Basilicata, a Matera col ristorante Vitantonio Lombardo, e ancora una nuova stella in Calabria al ristorante Quafiz, dello chef “Nino” Rossi, a Santa Cristina d’Aspromonte (RC).

 

In Sicilia al comando Heinz Beck a Taormina (ME) conquista una stella al St. George by Heinz Beck, guidato dallo chef Giovanni Solofra, mentre in Sardegna, a Porto Cervo (SS), Italo Bassi riconquista la stella al ristorante ConFusion Lounge.


 

marco-do-gwendal-poullennec

Sveliamo i protagonisti che ottengono la prima stella, fra cui ricordiamo: Per un totale di 367 ristoranti stellati.

 

Le stelle della Guida Michelin 2019:

1 stella 318 ristoranti(29 novità)

2 stelle  39 ristoranti

3 stelle 10 ristoranti (1 novità) 

 

La Lombardia è la regione più stellata con 2 novità: 60 ristoranti (2 tre stelle 6 due stelle e 52 una stella ). 

Scopriamo di seguito tutte le novità della Guida Michelin 2019.

La Guida MICHELIN Italia propone ai suoi lettori oltre 4.500 alberghi e ristoranti. Tra i circa 2100 ristoranti oltre 1500 ristoranti propongono un buon pasto con prodotti di qualità; 257 Bib Gourmand, di cui 21 novità. La faccina sorridente dell’Omino Michelin che si lecca i baffi indica un ristorante che propone una piacevole esperienza gastronomica, con un menu completo a meno di 32 € (35 € nelle città capoluogo e nelle località turistiche importanti). Le regioni con più ristoranti Bib Gourmand rimane invariata: Emilia Romagna 33 =, Piemonte 29 =, Lombardia 28 =, Toscana 27 = e Veneto 24 =.

  


Premi speciali Guida Michelin 2019

Servizio di sala

Quello del servizio di sala riscontra una attenzione speciale. Il premio della 64° edizione della Guida Michelin va a ; Casa Perbellinin, Verona.

 

Qualità nel tempo

 Ritirano il premio a La bottega del 30 Castelnuovo Berardenga (SI)

 

Giovane chef Michelin 2019

Ottiene il riconoscimento lo chef a Emanuele Petrosino, I Portici, Bologna. 

 

Passion for Wine Michelin 2019

E’ stato assegnato alla Locanda Devetak, Savogna d’Isonzo (GO).

 

Perdono la Stella

Perde una Stella il San Giorgio di Cervo,  La Conchiglia di Arma di Tagga il Dopolavoro dell’Isola delle Rose di Venezia, L‘Antica osteria dei Cameli di Ambivere (in provincia di Bergamo), Emilio a Fermo, l’Ilario Vinciguerra di Gallarate (Varese) e il La Clusaz di Gignod (Aosta), la Stazione di Posta, in zona Testaccio, Antonello Colonna, in zona Quirinale, e il Magnolia, ristorante indipendente del Grand hotel via Veneto. A Milano l’unico declassato è l’Armani, ristorante dell’hotel di proprietà dello stilista Giorgio