Quantcast
Best Italian Wine Awards 2019  Ritornano puntuali le 50 migliori etichette d’Italia.
Best Italian Wine Awards 2019

La passione non si smentisce, ci dà gli strumenti necessari per creare la nostra sostanza, così come nella cultura vinicola è un valore imprescindibile insieme alle sue mille sfumature associate. Il vino ci comunica sensazioni, esperienze che si snodano lungo radici, tradizioni vissute e tramandate, c’è chi afferma che il vino possiede un’anima, l’anima delle persone che lo lavorano, che lo crescono, questo fa riflettere, perché dentro a quella bottiglia esistono tante cose, e se si riesce ad immaginarlo, ogni nota del vino che si degusta sarà un segreto svelato.

 

Siamo all’8a edizione, Milano 16 settembre 2019. Andrea Grignaffini e Luca Gardini hanno lo stesso entusiasmo della prima edizione 50 sono le etichette selezionate con cura e cognizione  attraverso tasting alla cieca dalla giuria internazionale composta da alcuni fra i maggiori esperti di vino al mondo – Kenichi Ohashi, Amaya Cervera, Tim Atkin, Christy Canterbury, Lu Yang, Othmar Kiem, Luciano Ferraro,  Antonio Paolini, Pier Bergonzi, Eros Teboni e Andrea Gori – e dai due fondatori del premio Andrea Grignaffini, critico e giornalista enogastronomico, membro del Comitato Scientifico di ALMA, e Luca Gardini, Wine Killer, palato riconosciuto a livello mondiale e primo italiano entrato in Wine-Searcher che l’ha riconfermato anche nel 2019 fra i primi quattro critici a livello mondiale.

Sul podio 2019, al primo posto, Bolgheri Sassicaia DOC 2016 di Tenuta San Guido (Toscana), seguito da Barolo Monvigliero DOCG 2015 di Burlotto (Piemonte) e da Terminum Gewürztraminer vendemmia tardiva Alto Adige DOC 2016 della Cantina Tramin (Alto Adige).

Nel corso della serata sono stati anche assegnati gli Awards, premi speciali fuori classifica: Premio vino promessa a Fattoria La Vialla con Barricato Bianco – Toscana IGT 2017 – Toscana, Premio vino da uve autoctone rosso a Podere Giodo con Giodo – Brunello di Montalcino DOCG 2014 – Toscana, Premio vino da uve autoctone bianco a Vigne Marina Coppi con Fausto – Colli Tortonesi Timorasso DOC 2015 – Piemonte, Premio vino pop a Tenuta Marino – Terra Aspra – Matera Primitivo DOP 2013 – Basilicata, Premio vino alfiere del territorio a Podere Forte – Petrucci Melo – Orcia DOC 2016 – Toscana, Premio innovative marketing strategy all’Istituto Trentodoc – marchio collettivo territoriale spumante trentino e Premio miglior Sommelier a Valentina Bertini – Wine Manager Gruppo Langosteria – Milano.

 

Best Italian Wine Awards 2019

 

 

AWARDS  PREMI SPECIALI FUORI CLASSIFICA

 

PREMIO VINO PROMESSA

FATTORIA LA VIALLA – BARRICATO BIANCO – TOSCANA IGT 2017 – TOSCANA

Un’etichetta da poco arrivata sul mercato o recentemente riscoperta che si prepara ad entrare nel pantheon dei grandi vini italiani.

PREMIO VINO DA UVE AUTOCTONE ROSSO

PODERE GIODO – GIODO – BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2014 – TOSCANA

Per quell’etichetta che continua a portare avanti il messaggio enologico del proprio territorio attraverso l’utilizzo di una o più varietà autoctone a bacca rossa.

PREMIO VINO DA UVE AUTOCTONE BIANCO

VIGNE MARINA COPPI – FAUSTO – COLLI TORTONESI TIMORASSO DOC 2015 – PIEMONTE

Per quell’etichetta ottenuta da bacche autoctone del territorio o da varietà considerabili come tali per la loro storica presenza su quella stessa area di produzione, in grado di mostrare grande aderenza territoriale e varietale.

PREMIO VINO POP

TENUTA MARINO – TERRA ASPRA – MATERA PRIMITIVO DOP 2013 – BASILICATA

Verace e di carattere, ecco due caratteristiche del vino Pop. A questo si abbinano anche fedeltà al proprio territorio di produzione e, cosa non da poco, prezzo contenuto.

PREMIO MIGLIOR SOMMELIER

VALENTINA BERTINI – WINE MANAGER GRUPPO LANGOSTERIA – MILANO

Classe, eleganza e professionalità. Le autentiche e imprescindibili credenziali di un ambasciatore del vino italiano nella ristorazione italiana di eccellenza.

PREMIO ALFIERE DEL TERRITORIO

PODERE FORTE – PETRUCCI MELO – ORCIA DOC 2016 – TOSCANA

Per quell’azienda che dimostra che essere ambasciatori di un territorio significa possedere la conoscenza per decifrarne le potenzialità.

PREMIO INNOVATIVE MARKETING STRATEGY

ISTITUTO TRENTODOC – MARCHIO COLLETTIVO TERRITORIALE SPUMANTE TRENTINO

Per l’azienda che ha saputo conseguire eccellenza ed efficacia nella comunicazione del proprio brand e dei propri prodotti attraverso contenuti innovativi e capaci di attrarre nuovi clienti e brand ambassador.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,