Quantcast
MiArtFashion: a Milano lo “Slow Fashion” conquista il B2B

MILANO – SI è tenuta ieri a Palazzo Marino la Conferenza Stampa di presentazione di MiArtFashion, prima vetrina B2B di slow fashion artigiana a Milano.

Davanti ad una sala affollata di giornalisti, fotografi e addetti del settore, l’Ass. Cristina Tajani ha sottolineato l’importanza di manifestazioni come la nostra, che mettono in mostra l’eccellenza manuale e creativa del Made in Italy e che, dunque, il Comune di Milano è ben lieto di patrocinare.

Il Segretario di CNA Lombardia Giuseppe Vivace ha poi lodato il coraggio di quest’iniziativa: “sosteniamo le piccole aziende ‘slow’ in questa meravigliosa avventura. Il nostro Made in Italy artigiano non è certo figlio di un dio minore.

Anzi, possiede la maturità necessaria per mettersi in gioco durante un evento come la Milano Fashion Week”.È intervenuta anche Monica Cellerino, Regional Manager UniCredit Lombardia: “difendiamo un mercato che non è affatto di nicchia. Sul piano qualitativo le nostre produzioni sono straordinarie. Piuttosto si avverte l’urgenza di sostenere le piccole e medie imprese nelle questioni di credito, internazionalizzazione e digital divide”.
Alberto Piantoni, AD Missoni, ha rivolto un accorato appello: “siate orgogliosi di essere italiani e non temete di FARE gli italiani. Il Made in Italy trae immensa forza dalla sua ‘diversità’. L’artigiano infonde qualità e sentimento assoluti nelle sue creazioni. Spesso non ci rendiamo conto di avere una storia avvincente da raccontare al mondo, senza artifici”.La presentazione si è conclusa con l’intervento di Alessio Stefanoni, Resp. CNA Federmoda Torino, che ha illustrato il Manifesto della Moda Italiana e i fondamenti del marchio Slow Fashion registrato nel 2011. “La moda italiana ‘lenta’ è la moda artigiana esclusiva, differente, critica che va oltre la griffe”.
.
miartfashion_logoMIARTFASHION si tiene a Milano dal 21 al 23 giugno presso lo spazio Bossi Clerici di via dei Bossi 3, a due passi dal Teatro alla Scala e dal Quadrilatero della Moda, la prima vetrina internazionale di slow fashion artigiana organizzata da CNA Milano e CNA Lombardia in collaborazione con CNA Federmoda. Patrocinato da Regione Lombardia e dal Comune di Milano, MiArtFashion si inserisce nella settimana della moda-uomo durante Milano Moda Main, progetto che coordina le aperture degli showroom milanesi per le vendite delle Main Collection Primavera/Estate 2014 e del pronto Autunno/Inverno Uomo, Donna e Bambino.
.
MiArtFashion apre oggi,  venerdì 21 alle ore 12.00 e chiuderà la sera di domenica 23 giugno alle ore 18.00.
Nato dalla collaborazione con CNA Emilia Romagna, CNA Torino, CNA Firenze, Torino città della Moda, Artigiano Contemporaneo, Riccione Moda Italia, AFIP (Associazione Italiana Fotografi Professionisti, recentemente affiliata CNA) e realizzato grazie a Unicredit e Regione Emilia Romagna, MiArtFashion si rivolge a buyer italiani e stranieri, questi ultimi sempre più sensibili all’esclusività dei prodotti delle piccole produzioni della moda italiana.
.
Con 35 aziende espositrici MiArtFashion entra nel calendario delle fiere internazionali dedicate all’ethical fashion, confermando la capacità della moda artigiana italiana di penetrare mercati esteri. Specie se in start up, le imprese artigiane della moda nascono infatti con una forte vocazione all’internazionalizzazione. MiArtFashion è un’iniziativa che punta a sostenerle e a darne visibilità presso buyer internazionali. Di fatto MiArtFashion ha già trovato attenzione oltre i nostri confini; molti infatti i buyer, i giornalisti e i blogger stranieri già registrati su www.miartfashion.com e migliaia i visitatori del sito. Per facilitare i trasferimenti è disponibile uno shuttle che parte ogni 30’ da via Tortona 35 e raggiunge MiArtFashion in un quarto d’ora.
.
Il programma di eventi a margine di MiArtFashion punta al dialogo fra grandi trendsetter e micro imprese. Testimoni di questo connubio innovativo gli importanti ospiti dei workshop che saranno chiamati, con rappresentanti delle istituzioni e delle università, a raccontare questa inesplorata alleanza. Previsti anche appuntamenti di formazione per le aziende come il seminario Artigianale e tecnologico: visioni e ispirazioni per estivo 2014 organizzato da Close- up Fashion Publication in collaborazione con lo Studio Chiron di Marialuisa Bibi Ronchi in programma domenica 23 giugno alle ore 12.00.
.
Ospite di MiArtFashion sarà EcoFashion Lab, un progetto rivolto a giovani stilisti internazionali under 30 (nell’immagine una foto ricordo davanti a Palazzo Marino) impegnati nella creazione di abiti utilizzando solo vestiti riciclati e materiali di recupero. Il progetto, gestito da AIESEC – la più grande organizzazione internazionale di studenti universitari presente in 111 Paesi al mondo con più di 60.000 iscritti – ha visto coinvolte quattro imprese di CNA che hanno ospitato cinque studenti dando loro modo di toccare con mano cosa significhi slow fashion artigiano e italiano. Tre aziende sono del settore moda (Medworld srl, Sartoria Ismara, CMF di Franco Floridi) a cui si aggiunge Daniele Corsi con il suo laboratorio di restauro.
.
Con lo stesso principio del riciclo le shopper distribuite in conferenza stampa e durante l’evento sono state fornite dagli stessi artigiani, alcune create appositamente per MiArtFashion con scarti di lavorazione. MiArtFashion ha già una prossima edizione durante la settimana della moda di settembre: MiArtFashion sarà infatti presente come sezione B2B di So Critical So Fashion –i tre giorni di moda critica, indipendente, etica e verde organizzati da Terre di Mezzo- che si terrà il 20/21/22 settembre presso i Frigoriferi milanesi.
.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram