Quantcast

Si riaccende l´attenzione su una sentenza che non ha precedenti nel mondo. 
Sono state pubblicate le motivazioni della sentenza di primo grado del processo che si è celebrato lo scorso anno a L´Aquila e di cui si è molto discusso, avendo visto imputati scienziati ed esperti del settore sismologico (i componenti della Commissione Grandi Rischi, il v.capo Dipartimento della Protezione Civile, il direttore dell´Ufficio Rischio Sismico della Protezione Civile e il direttore del Centro Nazionale Terremoti), rei di non aver previsto tempi e luoghi dell´imminente terremoto.
Facendo seguito ad altre notizie e riflessioni già pubblicate dal DISTI, riteniamo utile qui riportare le valutazioni ricevute oggi dall'INGV in merito a questa vicenda che continua a far discutere il mondo intero.
Sono state rese note le motivazioni della sentenza di primo grado del processo dell’Aquila, emessa il 22 ottobre scorso, che condanna a 6 anni per omicidio colposo sette partecipanti alla riunione della Commissione Grandi Rischi del 31 marzo 2009, tenutasi pochi giorni prima del terremoto in cui sono perite 309 persone.  Continua a leggere.
 

Si riaccende l´attenzione su una sentenza che non ha precedenti nel mondo. 

Sono state pubblicate le motivazioni della sentenza di primo grado del processo che si è celebrato lo scorso anno a L´Aquila e di cui si è molto discusso, avendo visto imputati scienziati ed esperti del settore sismologico (i componenti della Commissione Grandi Rischi, il v.capo Dipartimento della Protezione Civile, il direttore dell´Ufficio Rischio Sismico della Protezione Civile e il direttore del Centro Nazionale Terremoti), rei di non aver previsto tempi e luoghi dell´imminente terremoto.
Facendo seguito ad altre notizie e riflessioni già pubblicate dal DISTI, riteniamo utile qui riportare le valutazioni ricevute oggi dall’INGV in merito a questa vicenda che continua a far discutere il mondo intero.
Sono state rese note le motivazioni della sentenza di primo grado del processo dell’Aquila, emessa il 22 ottobre scorso, che condanna a 6 anni per omicidio colposo sette partecipanti alla riunione della Commissione Grandi Rischi del 31 marzo 2009,
tenutasi pochi giorni prima del terremoto in cui sono perite 309 persone.  Continua a leggere.

 

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: ,