Quantcast
Titoli di coda

Titoli di coda

28 dicembre 2011 |

Avrebbero preferito apporre sui titoli di testa  uno di quei cartelli in cui si annuncia il cambio di gestione piuttosto che scontrarsi contro la Lega Calcio Serie A, perché così facendo temono che presto sulle loro vetrine potrebbe leggersi “chiuso per cessata attività”

Altri 300 a casa, ma la chiusura del centro commerciale (virtuale) in cui hanno lavorato per oltre dieci anni non ha nulla a che vedere con la crisi dei consumi, anzi: dalle loro vetrine hanno raccontato oltre 2.500 episodi di vita inventata che, in media, nella loro fascia oraria hanno incollato al piccolo schermo il 22% dei telespettatori. E questo, a pensarci bene, sarebbe il vero dato preoccupante. Se negli ultimi dieci anni, tra le 14 e le 15, oltre 3.500.000 di spettatori si sono collegati a Canale 5 per seguire le vicende di Cento Vetrine, è facile calcolare che complessivamente le persone “non impegnate” in quella fascia oraria e stazionanti di fronte a un televisore fossero quasi 16 milioni. Un po’ troppe, soprattutto per un Paese in cui un noto Presidente del Consiglio aveva promesso «un milione di posti di lavoro».

Anche se manca ancora l’ufficializzazione, il destino dei 300 lavoratori alle dipendenze di Telecittà (e c’è preoccupazione per tutto l’indotto che negli anni si è creato a San Giusto Canavese, il paese dove sono ospitati gli studi) è affidato al tasto di un telecomando: o si cambia o si spengono definitivamente le luci. (altro…)

Pane o Diritti a Ivrea

Pane o Diritti a Ivrea

11 novembre 2011 |

“Il cammino degli operai dall’Asinara ad Annozero passando per la stampa estera. L’Italia che conosce la crisi, due studenti sardi a Londra e Madrid che hanno un’idea per cambiare le cose, per fare una piccola “revolution”. Una revolution genuina, una revolution pacifica, una revolution 2.0, un nuovo modo di fare contestazione in Italia”.

Asinara Revolution - Bompiani Domani pomeriggio sarò a Ivrea alla presentazione del libro “Asinara Revolution” scritto da Marco Nurra e Michele Azzu, gli ideatori del blog “l’isola dei cassintegrati” . L’appuntamento è per le ore 18 presso il Centro Congressi La Serra di corso Botta 30.

Chi volesse incontrare gli autori a Torino, invece, ha la possibilità di seguire la presentazione in programma questa sera (inizio ore 20) alle Officine Corsare di via Pallavicino 35.

Entrambi gli incontri sono stati organizzati dall’amica Cadigia Perini, una dei 285 lavoratori/trici delle società Eutelia e Agile delle sedi di Torino e Ivrea.
L’invito è quello di partecipare numerosi perché quelle raccontate nel libro non sono fiabe ma pagine di vita quotidiana raccontate senza gli odiosi filtri dell’informazione televisiva.

Like, Tweet and share sono ben accetti dagli autori, grazie. 😉