Quantcast
Pane o Diritti al TG3 Piemonte

Pane o Diritti al TG3 Piemonte

20 dicembre 2011 |

Domani pomeriggio, alle 14,00 all’interno del TG3 Piemonte sarà trasmesso un servizio sulla vicenda dei lavoratori della società Agile ex-Eutelia. Qui il link, il servizio inizia al minuto 4,30. Oggi pomeriggio Maura Fassio ha intervistato due lavoratori della sede di Torino, una di quelle maggiormente penalizzate dalla proposta di acquisto di Tbs, per la quale si prevede la totale dismissione.

A fine intervista, i lavoratori Agile (ex-Getronics ed Olivetti) lanceranno un appello al ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera che vanta nel suo curriculum una significativa presenza in Olivetti, dove fu co-amministratore delegato del Gruppo da settembre 1992 a luglio 1996; la collega Cadigia Perini, della sede di Ivrea, lo ricorda così.

Sogni d’oro

Sogni d’oro

12 dicembre 2011 |

Hanno accudito il sonno dei viaggiatori della notte per anni ma il loro risveglio è stato traumatico. Hanno manifestato usando gli strumenti a loro disposizione, salendo sulle torri faro o sdraiandosi sulle traversine dei binari in stazione ma il licenziamento è arrivato ugualmente puntuale. Un paradosso per un’azienda nota soprattutto per i suoi ritardi.

Succede anche questo in Italia. La società tricolore di servizi nota più per i suoi ritardi che per la qualità del servizio si dimostra di una puntualità svizzera quando si tratta di licenziare il personale: con l’introduzione del nuovo orario invernale, Ferrovie dello Stato ha deciso di ridurre il servizio di treni notturni il cui personale apparteneva alla Servirail Italia srl, ex-Wagon Lits, la società che svolgeva il servizio di assistenza sui vagoni letto. Al suo posto una nuova società temporanea, Angel Service, che ha puntualmente applicato l’equazione “meno treni, meno personale” dichiarando in esubero circa 800 lavoratori. Subito.

A casa. Via, come un cambio di lenzuola sporche, come una notizia qualsiasi, priva d’interesse. (altro…)

Good night and good luck

22 agosto 2011 |

Sale e Pepe
Notizie e opinioni non commentate sulle quali riflettere insieme.

– “Ritiene che l’implosione della moneta unica sia uno scenario possibile?”
– “…affatto, mentre, al contrario, è stato confermato un forte impegno franco-tedesco a favore dell’euro. E questo per molte ragioni fra cui quella che una Germania con il marco si troverebbe con la divisa più forte e quindi con gravi ricadute sull’export”.

Stuart Gulliver, ceo di Hsbc, risponde alle domande di L. Mais, “Italia dominata da grandi banche” – 2 agosto 2011

“Per difendere i propri investimenti in attesa che si calmino le acque meglio stare lontani dall’euro e dal dollaro”.
Giuliano Balestreri e Luca Pagni, “Manuale per i risparmiatori nei mercati al tempo della crisi” – 20 agosto 2011

“…la speculazione incalza e non si vede la fine del circuito negativo. Nel frattempo le banche non si prestano più soldi tra loro, come è avvenuto dopo lo scoppio della crisi Lehman e si teme il ritorno del ‘Credit runch’ o stretta del credito. Insomma, proprio gli errori fatti prima della seconda guerra mondiale. La Storia non è una buona consigliera per la nostra classe dirigente”.
Gianfranco Modolo, “Credit crunch” – 19 agosto 2011

“In nessun modo darei per scontato che ci sarà una stagnazione. Non vedo attitudine o rischio di credit crunch”.
Corrado Passera, consigliere delegato di Intesa SanPaolo, intervenendo al Meeting in corso a Rimini – 22 agosto 2011