Quantcast

Il dramma della perdita del lavoro si tramuta in una strage: secondo l'Eures nel 2009 ci sono stati 357 suicidi tra i non occupati. "E' il dato più alto da decenni. La matrice economica è sempre più forte. Chi non lavora perde l'identità e la fiducia"   Trecentocinquantasette morti, uno al giorno. Una strage. E' enorme il numero coloro che non hanno resistito alla frustrazione, alla disperazione e alla difficoltà di tirare avanti, giorno dopo giorno, senza uno straccio di lavoro. Sono i suicidi della crisi, coloro che si sono tolti la vita anche perché disoccupati. E' la cifra eclatante e drammatica resa nota da Eures, il centro studi economici e sociali, e riguarda il 2009. Continua a leggere su Rassegna.it

Il dramma della perdita del lavoro si tramuta in una strage: secondo l’Eures nel 2009 ci sono stati 357 suicidi tra i non occupati. “E’ il dato più alto da decenni. La matrice economica è sempre più forte. Chi non lavora perde l’identità e la fiducia”  

Trecentocinquantasette morti, uno al giorno. Una strage. E’ enorme il numero coloro che non hanno resistito alla frustrazione, alla disperazione e alla difficoltà di tirare avanti, giorno dopo giorno, senza uno straccio di lavoro. Sono i suicidi della crisi, coloro che si sono tolti la vita anche perché disoccupati. E’ la cifra eclatante e drammatica resa nota da Eures, il centro studi economici e sociali, e riguarda il 2009.

Continua a leggere su Rassegna.it

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram