Quantcast
SocialFare lancia Foundamenta#5,  la call italiana per startup a impatto sociale.  Candidature aperte fino al 28 gennaio 2018

Torna FOUNDAMENTA, alla sua quinta edizione: la call italiana di SocialFare Centro per l’Innovazione Sociale dedicata a selezionare realtà in grado di sviluppare soluzioni innovative alle più pressanti sfide sociali contemporanee. La call si rivolge a business idea e startup che promuovano sviluppo sostenibile, generando valore sociale ed economico: team fortemente motivati e dedicati full-time con prototipo o prodotto testato e/o sul mercato, capaci di crescere a livello nazionale e internazionale. Le aree impact della call sono 6: Welfare, Healthcare, Education, Cultural Heritage, Circular Economy e Mobility.

Le startup selezionate da SocialFare per il programma di accelerazione riceveranno un seed fund fino a 50.000€/startup in cambio del 7% di equity. L’investimento verrà effettuato da SocialFare Seed Srl, il primo veicolo italiano esclusivamente dedicato al seed per startup a impatto sociale, che investirà fino 500.000 euro all’anno in tutte le realtà selezionate tramite le call FOUNDAMENTA e accelerate dal Centro per l’Innovazione Sociale torinese. SocialFare Seed è una realtà privata fondata da impact investors che rappresentano family office come FINDE, fondazioni bancarie come la Compagnia di San Paolo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e la Fondazione Mario ed Anna Magnetto, e business angels come Manilo Marocco.

Ad oggi SocialFare ha accelerato 32 startup (4 nel programma attualmente in corso), che hanno raccolto oltre 2 milioni di euro in funding. Le startup selezionate da FOUNDAMENTA#5 riceveranno, al momento della loro ammissione al programma di accelerazione, un seed funding fino a 50.000 euro in cash da parte di SocialFare Seed in cambio del 7% di equity.

Il 28 gennaio 2018 è la scadenza entro la quale è possibile candidarsi; qui il bando completo: www.socialfare.org/foundamenta e il modulo per la candidatura: www.f6s.com/socialfare/apply.

Le soluzioni innovative devono riguardare le seguenti aree impact:

Welfare: nuovi servizi/prodotti per la persona e la comunità; nuovi modelli di ingaggio, inclusione, cura e condivisione, riciclo e sostenibilità. Soluzioni che possano includere anche l’utilizzo intelligente e abilitante delle tecnologie, wearables, IOT, etc.

Healthcare: soluzioni socio-sanitarie innovative, a sostegno e per la promozione e il mantenimento della salute e del benessere della persona e/o della comunità. I modelli innovativi presentati non dovranno basarsi esclusivamente su soluzioni tecnologiche.

Education: modelli che sviluppino percorsi, contenuti e servizi educativi e professionali innovativi; realizzino nuove proposte educative, anche ibride, a favore dello sviluppo di conoscenza, per accrescere l’inserimento lavorativo e sviluppare imprenditorialità; “educational technology” – soluzioni digitali inclusive al servizio dell’educazione e della formazione di soggetti e comunità fragili.

Cultural Heritage: soluzioni e modelli che promuovano la cultura, valorizzino il paesaggio naturale e il patrimonio artistico, le aree urbane e rurali, generando valore economico, sociale ed ambientale potenzialmente scalabile/replicabile in altri territori.

Circular Economy: soluzioni sistemiche nel settore food, agricoltura, energia, ambiente dove qualsiasi prodotto viene consumato e/o smaltito o diviene input per una nuova filiera produttiva o di servizio.

Mobility: soluzioni con focus mobilità sostenibile, collettiva e/o individuale, digitale, integrata e – al contempo – accessibile per specifiche categorie di beneficiari. Modelli in grado di riduce al minimo l’impatto ambientale ed economico, massimizzando l’efficienza, l’accessibilità, l’intelligenza e la rapidità degli spostamenti.

Le realtà selezionate avranno accesso ad un programma unico in Italia verticale per startup ad impatto sociale: 4 mesi full-time – dal 9 aprile al 12 luglio 2018 -, ad alta intensità, con scadenze serrate e specifiche progettate con e per ogni startup. Per 4 mesi il team di accelerazione SocialFare diventa parte attiva della startup e lavora quotidianamente per accompagnarle nella validazione del loro prodotto/servizio, sviluppo del prototipo e definizione della loro strategia fino al dialogo con investitori ed imprenditori. La metodologia applicata da SocialFare ibrida l’approccio lean startup, design thinking e design sistemico, ed è ormai validata nella sua quarta edizione del programma, ora in corso.

Il programma è ospitato a Torino presso Rinascimenti Sociali, luogo e rete di convergenza per accelerare conoscenza ed imprenditorialità a impatto sociale in Italia.

Alla fine dell’accelerazione, le startup parteciperanno al Social Impact Investor Day (12 luglio 2018): evento che permetterà loro di entrare in contatto diretto con investitori pronti a rischiare su imprese innovative di eccellenza. All’evento parteciperanno oltre 50 business angels, fondi di investimento, fondazioni, family office e banche.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: