Quantcast
La fusione di Cartà Sì e ICBPI in Nexi: che cosa cambia per i titolari delle carte di credito ?

CartaSì il più grande gestore dei pagamenti elettronici italiani e ICBPI , l’istituto centrale delle Banche Popolari Italiane sono si sono fuse a metà novembre 2017 in Nexi.

La novità interessa circa 27 milioni di carte di credito gestitedalla società che stanno ricevendo comunicazioni sul cambiamento e sulle novità legate alle loro carte.

Che cosa succede ai clienti CartaSì ?
Le vecchie carte di credito già in proprio possesso rimangono valide e non ci sono modifiche contrattuali di nessun tipo. Per avere informazioni e bloccare le carte, in caso di furto o smarrimento, restano attivi gli stessi numeri di telefono: 800 151616 dall’Italia e +39 02 34980020 dall’estero.

Tutte le informazioni sul contratto e i messaggi di notifica sulle spese effettuate sono ora accompagnate dal nuovo nome Nexi.

La gestione online delle carte e la visione delle spese viene ora effettuata tramite il nuovo sito www.nexi.it le cui credenziali di accesso all’area personale restano invariate. Il programma di affiliazione Iosi che consente di accumulare punti tramite le spese con carta rimane attivo anche col nuovo marchio
L’applicazione MySi cambia e diventa Nexi Pay e può essere scaricata dagli store come App Store di Apple e Google Play.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: