Quantcast
«La Costituzione a colori». Dai fogli satirici del dopoguerra ai grandi illustratori di oggi

Palazzo Lascaris ospita «La Costituzione a Colori, I primi 47 articoli illustrati e la sua storia attraverso il disegno satirico». Un omaggio alla Carta e un viaggio nei fogli satirici nati tra il 1943 ed il 1948

Un omaggio alla nostra Carta, a settant’anni dalla sua promulgazione. Palazzo Lascaris ospita fino al 29 giugno la mostra «La Costituzione a Colori, I primi 47 articoli illustrati e la sua storia attraverso il disegno satirico», a cura di Dino Aloi e Claudio Mellana, presidente e vicepresidente del Centro Studi Vivere dal Ridere.

La mostra si articola in due parti. Nella prima quattro grandi illustratori e vignettisti, Fabio Sironi (Corriere della Sera), Gianni Chiostri (ha disegnato per le pagine di Stampa e Avvenire), Lido Contemori (già collaboratore del gruppo Repubblica L’Espresso) e Marco De Angelis (è stato vignettista de Il Popolo e collaboratore di Repubblica), hanno interpretato, ognuno seconda la propria sensibilità, i primi 47 articoli della Costituzione, scherzando e difendendo al tempo stesso i principi fondamentali del nostro ordinamento dove si sanciscono i diritti e i doveri dei cittadini.

La seconda parte propone una selezione di disegni umoristici pubblicati dai tanti fogli satirici nati tra il 1943 ed il 1948, caratterizzati da orientamenti politici assolutamente diversi e che hanno rappresentato un momento particolare di libertà di espressione.

Scorrendo le tavole ci troviamo davanti a grandi artisti come Giovannino Guareschi (di cui ricorrono quest’anno i 50 anni dalla morte) che sulle pagine di Candido fu portavoce dell’anticomunismo. E poi il torinese Codino Rosso, il Don Basilio dichiaratamente comunista ed anticlericale, l’Onorevole Palmizio che ironizzava su Togliatti ed il PCI, L’Uomo Qualunque fondato da Guglielmo Giannini, il Don Chisciotte di Salerno apparso nel 1943 sotto la responsabilità del Comando Alleato, Il Travaso, Il Becco Giallo…Nelle loro pagine troviamo i protagonisti dell’epoca, da Hitler e Mussolini ancora in vita a Vittorio Emanuele III il “Re Littorio”, Umberto II, De Gasperi, Nenni, Parri e anche una rarissima vignetta su Umberto Terracini.

http://www.cr.piemonte.it/web/comunicati-stampa/comunicati-stampa-2018/460-maggio-2018/8094-la-costituzione-a-colori-in-mostra-a-palazzo-lascaris

 

 

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , , ,