Quantcast
Politici nudi

Ci vorrebbero occhiali capaci di mostrarci i politici nudi mentre predicano in tv, gesticolano ai congressi di partito, straparlano in conferenze stampa, bisbigliano sbadigliando nelle aule di palazzo.

Tempo fa, ne Il Gabinetto dei potenti, mi dilettavo a immaginarli in fisiologica seduta di evacuazione fecale. Oggi li umanizzo figurandomi le loro nudità. Non è un esercizio sciocco. Spogliarli sdrammatizza le apparenti compostezze del ruolo, squarcia il velo di maschera e belletto, sgonfia il timore riverenziale. E tutto sommato ricorda anche a loro che sono uomini e donne, solo uomini e donne.

Non è che a renderli comuni ci vogliano l’impaccio della cellulite, l’invecchiamento, la curva flaccida. Se mai ci sono la viltà, la sfacciataggine, la preparazione, lo zelo, la disonestà, la miseria o la virtù insomma.

Ma mi piace l’idea di un teatrino politico in mutande e calzini o in reggiseno e perizoma. Non è insolenza. Anzi, forse è una declinazione realistica della loro recita. Non pensiate che io alluda solo a indecenti figure che danzano nel loro stesso dissoluto costume. Mi riferisco alla immediatezza, alla verità, alla natura che la nudità evoca.

Figuratevi questa schiettezza di membra allo stato brado mentre proclamano vittorie, fanno accordi, promettono apparentamenti, prendono le distanze da schieramenti di ballottaggio e altre simili amenità. Guardateli ignudi e disadorni che tradiscono, feriscono, si vendono, si offrono, complottano.

Patetici, ripugnanti, audaci o fragili. Anime vinte e avvinte dal gigantesco macigno del denaro e del potere. Tra ricatti, ripicche, ambizioni sfrenate e schiavitù. Perché questo casino di sagome discinte rivela una dimensione tragicomica di degenerazione fulminante. Non sai se si prendono sul serio, se ci prendono in giro, se sono manovrati da forze occulte.

Provate a giocare con me anche voi. Slacciate loro le scarpe, toglietegli le cravatte, sfilategli i pantaloni, svestite le gentili signore delle loro camicette di seta.

E’ un modo come un altro per chiarirsi le idee, qualora le aveste ancora confuse…

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: