Quantcast
Cinetica e Mondovisioni, il documentario torna a Torino

CINETICA – La rete delle sale indipendenti della città, è arrivata alla sua terza edizione e anche quest’anno l’obiettivo è diffondere il cinema documentario di qualità, rendendolo più accessibile e a disposizione del pubblico. Da tre anni, il CineTeatro Baretti, il Cecchi Point – Hub Multiculturale e la Sala Gabriella Poli del Centro Studi Sereno Regis – contesti culturali da tempo dedicati alla promozione del cinema indipendente – hanno unito forze ed idee per la nascita di una rete come CINETICA volta alla distribuzione diffusa del cinema del reale a Torino.

L’edizione 2016/2017 di CINETICA si compone di due momenti:
– dal 24 ottobre al 22 marzo, la rassegna intinerante per le sale indipendenti di Torino con i documentari di CINETICA
– da aprile a maggio, CINETICA ospita la rassegna MONDOVISIONI, sei documentari selezionati della rivista Internazionale

OTTOBRE a CINETICA
L’edizione numero tre di CINETICA inaugura lunedì 24 ottobre, ore 21.00, al CineTeatro Baretti con il film della torinese, dal recente debutto al Festival di Venezia, Irene Dionisio e il suo Sponde. Nel sicuro sole del Nord (2015, 60′), delicata storia dell’amicizia e della profonda relazione che nasce tra lo scultore e postino tunisino Mohsen e il becchino in pensione Vincenzo. La serata vedrà la regista in sala disponibile al confronto con il pubblico.
La settimana di inaugurazione di CINETICA prosegue martedì 25 ottobre, ore 21.00, al Centro Studi Sereno Regis con il film di Stefano Grossi presente in sala Nemico dell’Islam? (2015, 77’), un viaggio nel mondo del più importante regista tunisino, Nouri Bouzid, autore che del mondo arabo e dall’interno del mondo arabo ha saputo illuminare le zone più torbide, la lacerazioni più dolorose, le crisi irrisolte e le contraddizioni.
Si continua mercoledì 26 ottobre, ore 21.00, al Cecchi Point – Hub Multiculturale con il film di Vincenzo Vinz Lerose Mio cugino è il sindaco di New York (2016, 58’), titolo accattivante per un racconto che è un ritorno alla origini in Basilicata – terra del regista e di Bill de Blasio, dell’attuale sindaco della Grande Mela – e occasione per raccogliere e ascoltare i racconti di un popolo che da sempre, e ora più che mai, è costretto ad abbandonare la propria terra alla ricerca di un futuro migliore.

La programmazione del mese di ottobre si concluderà lunedì 31 ottobre, ore 21.00 al Cineteatro Baretti con la proiezione del film Bambole di Maurizio Orlandi, alla presenza dell’autore, soave racconto della vecchiaia di due donne, Rina e Rosa, di ciò che hanno pensato, amato e compiuto nella loro vita: uno specchio del tempo che passa e che resta, per sempre, nei ricordi perché, come dice Norberto Bobbio “noi siamo quello che ricordiamo”. Orlandi per realizzare il suo documentario ha utilizzato molte immagini conservate nell’Archivio Superottimisti, curato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, per ricostruire l’immaginario visivo giovanile delle protagoniste.

A NOVEMBRE si continua con un evento speciale in collaborazione con la prima edizione del Dong Film Festival – Il primo festival italiano dedicato al cinema cinese indipendente, con il film China Playtime di Lucio Lionello. A seguire racconteremo la storia di due figure strettamente legate alla cultura di Torino: La scelta di Leone, prodotto da Graffiti Doc, sulla figura di Leone Ginzburg, nato a Odessa, ma cresciuto a Torino dove gettò le basi dell’antifascismo e della casa editrice Einaudi insieme a Cesare Pavese e Madre Acqua sullo scrittore Sergio Atzeni, nato in Sardegna, che si trasferì poi in Piemonte per lavorare come traduttore, ma anche per scrivere i suoi libri più importanti come “Passavamo sulla terra leggeri”. Il 17 novembre invece si parlerà di ambiente e di amianto con il film Anno 2018.

Il mese di DICEMBRE sarà dedicato al tema dell spiritualità e del viaggio con Sei vie per Santiago, mentre a GENNAIO si indagherà la questione dell’immigrazione e dell’identità culturale attraverso lo sguardo dei ragazzi con il film My Name Is Adil. Il mese di FEBBRAIO sarà dedicato alle buone pratiche della cooperazione con un trittico formato da Dert sulla ex Jugoslavia, Redemption Song che ci offre un nuovo punto di vista sul fenomeno migratorio e Terre di Musica sull’esperienza di chi lavora sulle terre e con i beni confiscati alla mafia. Infine a MARZO si anticiperanno i temi del 25 aprile con la proiezione di La mia bandiera, storie di resistenza al femminile, Partizani la resistenza italiana in Montenegro e Gramsci 44 documentario sui giorni di confino di Gramsci a Ustica tra il 1926 e il 1927 dove fondò una scuola, aperta a tutti.

Ingresso intero è di 4 Euro, ridotto 3 Euro (under 25, over 65)

CINETICA è un progetto curato e condiviso da: Associazione Baretti, Associazione Museo Nazionale del Cinema, Associazione Videocommunity, Centro Studi Sereno Regis con la collaborazione di CineAgenzia. Tutte le novità e gli aggiornamenti sulle attività di CINETICA si potranno leggere sull’Agenda del Cinema a Torino, media partner del progetto insieme a CinemaItaliano.info. Nel corso della stagione verranno organizzate proiezioni speciali, mentre i film in programma sono a disposizione per proiezioni mattutine e pomeridiane per le scuole del territorio nelle sale di CINETICA, per prenotarsi scrivere a [email protected] .

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,